.
Annunci online

  LopinionediFabio [ Sito di opinioni politiche personali.. ]
         

Ricerca personalizzata

Per non dimenticare chi ha ordinato l'EDITTO BULGARO (Silvio Berlusconi) e chi l'ha eseguito (IL CDA RAI nominato da tutto il centrodestra): «Quest’uomo lo hanno ucciso: è stato un ostracismo. Non c’è spiegazione per questo modo di agire. Il “Fatto” resterà come esempio classico nella storia della tv pubblica. La Rai cancellandolo ha perso di stima. A Biagi hanno teso un tranello, e parlo come amico di Enzo ma anche come uomo che conosce la realtà. La verità è che Biagi non era utile a qualcuno e quindi lo hanno abbandonato» Cardinale Ersilio Tonini in collegamento con la trasmissione «AnnoZero», ApCom 9 novembre
Free Burma!




























 


18 giugno 2007

Continuano le liberalizzazioni del Governo: dal primo Luglio tocca all'energia, ecco alcune notizie utili..

Il primo luglio sarà portatore di grandi novità per l’energia energia elettrica. Il consiglio dei ministri ha approvato il decreto legge che adotta le prime misure sulla strada della liberalizzazione del mercato per le piccole-medie imprese e per i clienti residenziali. Un decreto per tutelare gli utenti in questa fase di transizione, per scongiurare il pericolo che il cambio di operatore si traduca in aumenti di prezzi o che il mantenimento del vecchio fornitore non si accompagni alle stesse garanzie nel servizio.  Il provvedimento, in un regime di tutela, lascia all'Autorità per l'Energia il compito di indicare condizioni standard di erogazione e prezzi di riferimento delle forniture di elettricità e gas. In questo modo, famiglie e piccola media impresa (sotto i 50 dipendenti e fatturato inferiore a 10 miloni) che decidessero da subito di cambiare fornitore non incorreranno in aumenti rispetto al regime attuale. Chi invece rimanesse fedele al vecchio fornitore, continuerà a beneficiare delle attuali condizioni.  Al fine di garantire la libera concorrenza, per le imprese fornitrici vige l'obbligo di separazione societaria tra attività di vendita e attività di distribuzione di energia. Sempre in materia di elettricità, ulteriori risparmi per le famiglie, a cui spetta una fetta del 22% nella torta dei consumi, potrebbero arrivare nel 2008. Il ministero dello Sviluppo economico ha reso noto che il prossimo anno dovrebbero arrivare tariffe sociali a tutela delle fasce deboli, attualmente in fase di concertazione. Una buona notizia e un'incentivazione ad adottare politiche di sinistra.
PS: Si possono continuare a votare i sondaggi scendendo a sinistra dello schermo dopo gli annunci di Google che si possono cliccare e leggere..




permalink | inviato da lopinionedifabio il 18/6/2007 alle 14:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


sfoglia     maggio        luglio
 


Ultime cose
Il mio profilo



GIRO DELL'ITALIA NUOVA DI VELTRONI
VIRGILIO NOTIZIE
WOLONTARI PARTITO DEMOCRATICO
PARTITO DEMOCRATICO
IL SOLE 24 ORE
ITALIA NOSTRA
Feltrinelli
REPUBBLICA.IT
La Stampa
BEPPE GRILLO
Corriere
ANSA
Amnesty
Emergency
Libera.it
Articolo21
Promiseland.it
Legambiente
WWF
FAI
GOVERNO
Psiche e Soma
Sampdoria
Rinascitanazionale


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom