.
Annunci online

  LopinionediFabio [ Sito di opinioni politiche personali.. ]
         

Ricerca personalizzata

Per non dimenticare chi ha ordinato l'EDITTO BULGARO (Silvio Berlusconi) e chi l'ha eseguito (IL CDA RAI nominato da tutto il centrodestra): «Quest’uomo lo hanno ucciso: è stato un ostracismo. Non c’è spiegazione per questo modo di agire. Il “Fatto” resterà come esempio classico nella storia della tv pubblica. La Rai cancellandolo ha perso di stima. A Biagi hanno teso un tranello, e parlo come amico di Enzo ma anche come uomo che conosce la realtà. La verità è che Biagi non era utile a qualcuno e quindi lo hanno abbandonato» Cardinale Ersilio Tonini in collegamento con la trasmissione «AnnoZero», ApCom 9 novembre
Free Burma!




























 


7 gennaio 2009

PDL, ma da che pulpito parlate?



Io trovo che le primarie siano un metodo democratico e di partecipazione e ad esse può partecipare chiunque si riconosca in un partito. Poi saranno gli elettori a scegliere. Ma perchè la destra non le fa? sarà perchè ha un padrone?
Vi invito a leggere questa amaca di michele Serra e invito la gente di centrosinistra ad iniziare ad essere meno critici con se stessi:
MICHELE SERRA: Sui giornali di destra si sghignazza parecchio sull’autocandidatura di Alba Parietti a non si sa quali primarie di non si sa quale Partito democratico. Il sarcasmo è legittimo, ma un po’ rozzo. Forse sarebbe meglio temperato se gli stessi giornali, nel tempo, si fossero esercitati sui tanti precedenti casi a disposizione: dalla signora Carlucci alla signora Gardini alla signora Carfagna, il centrodestra pullula di donne di spettacolo approdate al potere per diretta concessione regale, e senza neanche passare dal vaglio delle primarie. Considerare "una farsa" la discesa in campo della signora Parietti può essere materia di dibattito, a patto che ci si sia formata un’opinione a partire dal nutrito cast di ragazze copertina che la destra ha fin qui assemblato. Di più, se c’è un copyright sulla definitiva commistione e confusione tra politica e spettacolo, tra televisione e potere, tra sex-appeal e cosa pubblica, questo è di Silvio Berlusconi. Non è sportivo, non è elegante e non è neanche utile deridere l’avversario per usi e costumi già abbondantemente adottati in casa propria. È la vecchia storia della pagliuzza e della trave. Ma è anche la nuova storia dell’impari severità con la quale la sinistra giudica se stessa, e la destra giudica solo la sinistra.





permalink | inviato da lopinionedifabio il 7/1/2009 alle 20:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


sfoglia     dicembre        febbraio
 


Ultime cose
Il mio profilo



GIRO DELL'ITALIA NUOVA DI VELTRONI
VIRGILIO NOTIZIE
WOLONTARI PARTITO DEMOCRATICO
PARTITO DEMOCRATICO
IL SOLE 24 ORE
ITALIA NOSTRA
Feltrinelli
REPUBBLICA.IT
La Stampa
BEPPE GRILLO
Corriere
ANSA
Amnesty
Emergency
Libera.it
Articolo21
Promiseland.it
Legambiente
WWF
FAI
GOVERNO
Psiche e Soma
Sampdoria
Rinascitanazionale


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom