.
Annunci online

  LopinionediFabio [ Sito di opinioni politiche personali.. ]
         

Ricerca personalizzata

Per non dimenticare chi ha ordinato l'EDITTO BULGARO (Silvio Berlusconi) e chi l'ha eseguito (IL CDA RAI nominato da tutto il centrodestra): «Quest’uomo lo hanno ucciso: è stato un ostracismo. Non c’è spiegazione per questo modo di agire. Il “Fatto” resterà come esempio classico nella storia della tv pubblica. La Rai cancellandolo ha perso di stima. A Biagi hanno teso un tranello, e parlo come amico di Enzo ma anche come uomo che conosce la realtà. La verità è che Biagi non era utile a qualcuno e quindi lo hanno abbandonato» Cardinale Ersilio Tonini in collegamento con la trasmissione «AnnoZero», ApCom 9 novembre
Free Burma!




























 


16 settembre 2009

Mafia, stragi, nascita di FI.. Si torna ad indagare?

Mi sono preso una bella pausa estiva ma sto per tornare...
Volevo segnalarvi, da l'Unità, un bell'articolo sul riaffiorare delle indagini sulle stragi e sul filone mafia. Che oggi si riesca ad andare fino in fondo?
I FILONI DI FALCONE E BORSELLINO
Perché, spiega Deaglio, «gli anni ‘92, ‘93 e ‘94 sono quelli che mi hanno impegnato di più nelle ricerche, ma anche quelli che hanno determinato la storia d’Italia»: «C’è il crollo del sistema politico, ufficialmente dovuto a Tangentopoli, avvengono i più grandi attentati, Falcone, Borsellino, poi Firenze, Milano, Roma, dopodiché ci sono delle elezioni che ci consegnano un’Italia solo qualche mese prima incredibile, con un partito inesistente, aziendale che conquista la maggioranza. Una situazione mai vista in Europa, sia per il livello di violenza che per i risvolti politici». I singoli fatti sono più o meno noti. Ma a metterli uno accanto all’altro viene fuori quello che Deaglio definisce «l’orribile segreto». Questo. «Sicuramente sia Falcone che Borsellino si stavano occupando di due filoni d’indagine. Un canale di riciclaggio di denaro tra la Sicilia e Milano, tramite il gruppo Ferruzzi, cioè Raul Gardini, che era entrato in Borsa a metà degli anni ‘80 con la Calcestruzzi Spa, al 50% di proprietà di Cosa nostra attraverso i fratelli Buscemi di Palermo, alleati con Riina. E, secondo filone di cui parla apertamente Borsellino nella famosa intervista del maggio ‘92, del rapporto tra Berlusconi, Dell’Utri e Mangano». Nel libro Deaglio scrive dell’incontro a Milano, nel ‘79, tra il capo della mafia di Palermo Stefano Bontate, il palazzinaro Mimmo Teresi e «questo Silvio Berlusconi di cui gli aveva parlato così bene il loro contatto milanese, Marcello Dell’Utri». Il quale convenne insieme agli altri due che «Vittorio Mangano era stata la persona giusta per proteggere Silvio Berlusconi ».Unsalto in avanti, fino al febbraio 83 e alla maxi retata nella notte di San Valentino.«Uno sconosciuto Vittorio Mangano è in mezzo alla lista» degli arrestati per traffico di droga e riciclaggio. «Il forziere sta in alcune banche milanesi (la Banca Rasini è la più esposta), dove hanno depositato i loro risparmi i prestanome dei bossi di Palermo Salvatore Riina e Bernardo Provenzano». Nota oggi Deaglio che «nessuno lo ricorda più ma quella era la banca in cui era impiegato il padre di Berlusconi ». Nessuno si ricorda più di molte altre cose, aggiunge.

LA NASCITA DI FI
Come le motivazioni, formali e non, che hanno portato le procure di Firenze e Caltanissetta all’archiviazione dell’accusa a Berlusconi e Dell’Utri di essere i mandanti delle stragi del ‘93, quella «friabilità del quadro indiziario» a cui danno vita le deposizioni dei pentiti ma anche il fatto, scrive Deaglio, che ambedue le procure, tra il ‘98 e il 2000, erano «intimorite dal nome degli indagati ». Un ex premier e ora leader dell’opposizione e «l’artefice della nascita di un nuovo partito in Italia, in soli tre mesi». «Marcello il mediatore », è infatti il titolo del paragrafo in cui Deaglio racconta di come l’allora dirigente di Publitalia abbia mandato «messaggi rassicuranti anche per la cerchia che ruota intorno a Bernardo Provenzano e a Leoluca Bagarella: sta nascendo un nuovo partito in Italia, anche avrà a cuore le giuste richieste siciliane». Dell’Utri è stato condannato in primo grado a nove anni per concorso esterno in associazione mafiosa. «Se ora dovesse essere condannato in appello - ragiona a voce Deaglio - a Dell’Utri non dovrà fare molto piacere pensare che il suo business e political partner può invece contare sulla protezione del Lodo Alfano».




14 dicembre 2008

Quanto e' in classifica Berlusconi tra i leader europei? Una giuria europea li giudica...



Spesso all'estero ci riescono a giudicare meglio. Ed ecco l'ennesimo primato negativo che il nostro Presidente del Consiglio ci fa avere all'estero:

Sarkozy ha dato prova di un nuovo stile di presidente dell'Unione, magari non perfetto ma di qualità... Berlusconi invece è un arruffapopolo imprevedibile ed egoista.

La Tribune, 11 dicembre, una giuria valuta i leader europei: Berlusconi è 25esimo su 27

Che dire, UNA VERGOGNA!!!



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. tribune berlusconi giuria

permalink | inviato da lopinionedifabio il 14/12/2008 alle 11:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



11 dicembre 2008

Berlusconi porta sfiga!!! Leggere per credere..



Continuo a ripeterlo m è giusto farlo, LUI PARLA E LE COSE VANNO SEMPRE PEGGIO!
Ecco l'ultima chicca: "È arrivata la crisi globale, si temeva il panico delle banche e si temeva che i cittadini perdessero i propri risparmi. Ora che siamo intervenuti questo non può più succedere"
Silvio Berlusconi
E cosa leggiamo dalle notizie di ieri?
Netto calo della produzione industriale che ad ottobre ha segnato un crollo del 6,9% rispetto ad ottobre 2007 e dell'1,2% rispetto a settembre 2008. Lo comunica l'Istat, aggiungendo che l'indice della produzione corretto per i giorni lavorativi ha registrato sempre in ottobre una diminuzione tendenziale del 6,9% (i giorni lavorativi sono stati 23 come ad ottobre 2007). Si tratta del sesto calo tendenziale consecutivo.

Ma a novembre, secondo le stime di Confindustria, va ancora peggio: su base annua è stato rilevato un calo della produzione dell'11,4%, e su base mensile dell'1,8%. Negli ultimi 3 mesi dell'anno l'attività industriale subirà una riduzione del 4,2%, tanto che il Pil del quarto trimestre, secondo l'ufficio studi dell'associazione, dovrebbe subire una contrazione dello 0,8% (il terzo calo consecutivo).
E ora faccio un riassunto del meglio della sfiga che porta SILVIO BERLUSCONI!
per rinfrescare la memoria a chi ce l'ha corta ricordo cosa è successo dal 2001 al 2006 QUANDO HA GOVERNATO SILVIO BERLUSCONI:
1)
Berlusconi va al Governo e comincia la recessione dopo anni di boom clamoroso e, contro le regole d’oro dell’economia: ovvero in presenza di bassi tassi di interessi e d’inflazione bassissima.
2) Si dichiara vicino agli alleati americani al momento della vittoria delle elezioni e tirano giu le Torri Gemelle.
3) Si interessa personalmente delle fioriere e dell’organizzazione del G8, e scoppiano moti di piazza e ci scappa il morto, Non accadeva dai lontani anni 70…..
4) Decide di spostare i voli da Milano a Roma Fiumicino e cade il primo aereo da sempre a Linate, ma non in giro, sugli hangar!
5) Vicino alla sua villa di Arcore si scatena un tornado devastante che gli abitanti non ricordano a memoria d’uomo.
6) Promette che assisterà alla finale dei Mondiali a fianco dell’Italia e la Nazionale viene immediatamente esclusa agli ottavi di finale
7) Varato il primo “pacchetto” dei 100 giorni del programma Berlusconi: subito dopo si verificano 6000 licenziamenti nel settore turismo. Aggiungerei a questo proposito che dopo il varo del pacchetto sul lavoro, Berlusconi stesso ha licenziato un extracomunitario alle sue dipendenze….Terim !!!!!
Sostiene la legge Bossi Fini per risolvere il problema dell’immigrazione, e si moltiplicano gli sbarchi di extracomunitari in Italia
9) Sostiene con ottimismo la ripresa dell’economia italiana, contro ogni evidenza, e a distanza di un anno dal suo insediamento, si profila la chiusura della principale industria meccanica italiana: la Fiat
10) Dichiara che finalmente si costruirà il ponte sullo stretto di Messina e immediatamente l’Etna si risveglia!
11) Si dichiara grande amico di Putin, lo invita a casa, e parte l’escalation del terrorismo in Russia
12) Promette che con la finanziaria metterà in atto la promessa di fare qualcosa per aiutare il sud, e si scateno terremoti in tutto il Meridione
13) Da quando sono suo amico sembrava mi dovesse andare bene ed invece sul più bello … ZACCHETE mi busco 11 anni!! Saluti da PREVITI
14) invita Putin e le figlie in Sardegna, e in Cecenia scoppia il finimondo
15) il 5 ottobre augura buona partita all’Inter e questi prende una batosta. Ora manderà una lettera agli italiani. Non apritela cestinatela.
PER NON DIRE CHE ORA CHE E' TORNATO AL GOVERNO STIAMO AFFRONTANDO LA PIU' GROSSA CRISI ECONOMICA DAL FAMOSO 1929!



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. berlusconi sfiga

permalink | inviato da lopinionedifabio il 11/12/2008 alle 20:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa



4 dicembre 2008

Se ci si mette lui a osannare Berlusconi siamci si mette lui a osannare Berlusconi siamo proprio mal messi...



Licio Gelli
, MAESTRO VENERABILE della P2 (La loggia massonica Propaganda Due, più nota come P2, già appartenente al Grande Oriente d'Italia, è stata una loggia "coperta", cioè segreta, nata per reclutare nuovi adepti alla causa massonica con evidenti fini di sovversione dell'assetto socio-politico-istituzionale italiano. Questa circostanza, insieme alla caratteristica di riunire in segreto circa mille personalità di primo piano, principalmente della politica e dell'Amministrazione dello Stato italiano, suscitò uno dei più gravi scandali della storia recente della Repubblica Italiana. Tra i tanti iscritti era presente anche il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, condannato dalla Corte d'appello di Verona nel 1990 per aver giurato il falso davanti ai giudici a proposito della sua affiliazione alla loggia massonica P2) dichiara che:
Senza Berlusconi l'Italia "sarebbe nel caos". E Veltroni "dovrebbe scomparire", poiché "fa promesse che non può mantenere". C'è n'è anche per il presidente eletto degli Stati Uniti: "Con la vittoria di Obama i neri potrebbero vendicarsi sui bianchi".
Ma vi rendete in che mani siamo??? Gelli si accredita o sembra accreditarsi come il grande suggeritore del governo Berlusconi: disegna strategie, suggerisce comportamenti, dà patenti di leadership. Tutto quello che uno col suo passato non dovrebbe fare. Ma tutto ciò è possibile perché non c’è stata, al momento del ritorno in scena del venerabile, una netta presa di distanza da parte del presidente del Consiglio. Un atto che il capo del governo italiano era tenuto a compiere.
PS: Vi lascio con una chicca di Berlusconi: Abbiamo sufficienti ragioni per essere più ottimisti rispetto ad altri Paesi. Siamo stati, come governo, i primi a lanciare messaggi rassicuranti agli italiani Silvio Berlusconi, Ansa 25 novembre

NO COMMENT!!!!



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. berlusconi p2 licio gelli

permalink | inviato da lopinionedifabio il 4/12/2008 alle 21:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



12 novembre 2008

Chissa' a chi si riferisce il Washington Post... E la brutta figura nel mondo continua!Ps: e vogliamo parlare di Turchia?



Secondo voi il Washington Post a chi si riferiva?

«Una serie di commenti sull'elezione del primo presidente nero degli Stati Uniti lasciano intendere come alcune personalità pubbliche in Europa siano tutt'altro che illuminate sulle questioni razziali»


Washington Post, 11 novembre 2008

Io non lo nomino ma mi sto stancando di essere rappresentato da un cabarettista invece che da una persona che cerca di rimboccarsi le maniche per far qualcosa contro una crisi globale che rischia di far aumentare i poveri in Italia e in tutto il mondo...
Fabio.
PS: mentre Berlusconi dice: "Benvenuta Turchia!Siamo grandi amici!" La Lega Nord dice: "Non vogliamo la Turchia nell'Unione Europea!". E LORO NON LITIGANO??? CHE SI METTANO DACCORDO....


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. berlusconi politica turchia lega nord

permalink | inviato da lopinionedifabio il 12/11/2008 alle 21:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa



3 novembre 2008

ogni tempo ha il suo fascismo...




Per non dimenticare:

Ogni tempo ha il suo fascismo. A questo si arriva in molti modi, non solo col terrore e l’intimidazione poliziesca, ma anche distorcendo l’informazione, inquinando la giustizia, diffondendo la nostalgia per un mondo in cui regnava sovrano l’ordine.

Primo Levi, 1974

Ogni riferimento non è puramente casuale....e mi riferisco all'attuale governo che controlla tutte le reti televisive, fa leggi sulla giustizia per salvare il loro capo Berlusconi (vedi lodo Alfano) e impone la sua volontà con decreti e manganelli!





Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. fascismo destra berlusconi

permalink | inviato da lopinionedifabio il 3/11/2008 alle 21:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



1 novembre 2008

Ecco l'Italia Berlusconiana... Regime? Ops, mi e' scappato..



In Italia, oggi, se parli di regime, di conflitto di interessi, di azzeramento culturale, di authority che non funzionano molti ti diranno che non è vero, che si esagera. Per riflettere vi invito a leggere questa amaca di Michele Serra:
Bisognerebbe trovare un neologismo per sostituire la vecchia e impropria parola "regime". Non è facile, perché la nuova parola dovrebbe riuscire a descrivere ciò che è quasi indescrivibile: per esempio, un presidente del Consiglio (per gli acquisti) che suggerisce agli imprenditori di non dare più pubblicità alla Rai, colpevole di dare “un’immagine deprimente della realtà”. Meglio dare i quattrini alle sue televisioni, più spensierate e ridanciane. Anche "conflitto di interessi", rispetto a una roba del genere, è una definizione vecchia e inadeguata. Perché ai porci comodi di carattere economico si somma una concezione del paese, dei cittadini, della società, semplicemente umiliante. Gente che va tenuta allegra, crisi o non crisi, come si fa con i bambini, perché continui a consumare e obbedire senza farsi distrarre da inutili preoccupazioni e malevoli dubbi instillati da artisti degenerati e media faziosi, che vanno puniti chiudendo i rubinetti. Una specie di riedizione orwelliana del «tutto va ben madama la marchesa», dell’ottimismo di regime (ops, mi è scappato). L’azzeramento culturale come obiettivo numero uno per garantirsi la docilità di massa. Dispero che esista qualche authority o qualche istituzione ancora in grado di dire quanto sia grave e offensivo che un premier che vive di pubblicità cerchi, abusando del suo ruolo, di danneggiare la concorrenza (tra l’altro, un’azienda pubblica). è uno scandalo. Ma forse anche la parola scandalo non è più adeguata...





27 ottobre 2008

Le menzogne del duo Berlusconi-Gelmini sulla scuola..



Finalmente sembra che l'opposizione si stia svegliando! e sono convinto che finirà la luna di miele del Governo! Sono contento di riportare le BUGIE DEL DUO GELMINI-BERLUSCONI SULLA SCUOLA:
In riferimento al dossier distribuito nella conferenza stampa di questa mattina sulle presunte bugie della sinistra sulla scuola, il Pd replica con
questo contro dossier, punto su punto:


TEMPO PIENO
Nel Piano programmatico inviato al Parlamento scompare il “tempo pieno” e compare la dizione “estensione delle ore di lezione fino a un massimo di 10 ore settimanali comprensive della mensa”: si pensa dunque a un “doposcuola” di tipo ricreativo che è una cosa ben diversa dal tempo pieno didattico. Comunque sia, l’eventuale “aumento” si potrà realizzare solo se si imporranno a tutte le famiglie le classi con 24 ore settimanali con il maestro unico (quindi niente più scelta fra 24, 27 o 30 ore settimanali e tempo pieno).
Tuttavia anche in questo caso, Berlusconi non mantiene le promesse: ha più volte dichiarato, l’ultima il 16 ottobre, che le mamme possono stare tranquille perché aumenterà il tempo pieno “del 60%”. Se così fosse avrebbe dovuto istituire 17.400 (il 60%) a 40 ore o 14.000 (il 50% in più) e certo non le 3.950 in 5 anni annunciate oggi. ( le classi a tempo pieno sono attualmente 34.270).

NUMERO DEGLI ALUNNI
Dice Berlusconi che gli alunni saranno in media 18 per classe, al massimo 26.
Nell’unica bozza di Regolamento che circola si dicono cose diverse: si aumentano i parametri minimi e massimi: 30 per le scuole medie superiori e 29 per le scuole medie inferiori, con un incremento fino al 10%. Questo significa
arrivare anche a 33 alunni per classe.

MAESTRO UNICO
Il decreto legge parla di “maestro unico” e non basta certo una battuta detta in conferenza stampa dal premier per trasformarlo in “maestro prevalente”.

LINGUA INGLESE
Il maestro unico dovrà insegnare anche l’inglese perché nel Piano programmatico (a pagina 19) viene previsto il taglio di 11.200 posti (4.000 già dal prossimo anno) di insegnanti specializzati di inglese. E viene previsto forse che con un corso di sole 150 ore il maestro unico dovrà
specializzarsi anche nella lingua inglese.

RAZIONALIZZAZIONE DEL PERSONALE
Qui si tocca il massimo della spudoratezza giocando con le parole e con la condizione di vita delle persone: falsi gli 87.000 licenziamenti dice Berlusconi. Sono purtroppo veri i licenziamenti di 87.000 insegnanti che lavorano da anni, ogni anno, con incarichi annuali nella scuola. (Essendo
“precari” non vengono “licenziati”: vengono soppressi definitivamente i loro stipendi e i loro posti di lavoro). A questi 87.000 si aggiunge la mancata assunzione dei 75.000 precari già previsti nel piano del governo Prodi con
copertura finanziaria).
Il presidente del Consiglio e il ministro non sanno neanche quanti dipendenti hanno: oggi hanno affermato che nella scuola ci sono 1.350.000 dipendenti “e sono troppi”. Dai dati della Ragioneria generale dello Stato si ricava che i
dipendenti nell’anno 2006 erano 1.143.164, scesi nel 2007 a 1.133.000. (dati consultabili sul sito della Ragioneria)
Non è vero neanche, come detto oggi, che in Italia il Rapporto docente/alunni è 1 ogni 9: nella pubblicazione “la scuola in cifre” dello stesso ministero dell’Istruzione nella tabella 1.3.3 pag 23 (pubblicata a settembre 2008) il
rapporto è 1 ogni 11,1.

SCUOLE DI MONTAGNA
Berlusconi dice che “nessuna scuola sarà chiusa”: falso.
Dal Piano programmatico viene esplicitamente detto che chiuderanno le scuole sotto i 50 alunni. Sono 1083 i Comuni interessati così ripartiti: 181 con scuole fino a 15 alunni; 184 fino a 20 alunni; 718 fino a 50 alunni.
A queste vanno poi aggiunte circa 3000 scuole a rischio chiusura perché sotto i 50 alunni come le 130 scuole elementari e medie presso gli istituti ospedalieri; 7 annesse a istituti d’arte, 7 annesse a convitto, 4 a
Conservatori, 3 per ciechi, 2 per sordomuti. In più ci sono le secondarie di secondo grado: 522 (di queste 346 sono serali e 55 carcerarie).

SPESA PER IL PERSONALE
Il presidente del Consiglio e il ministro continuano a dire che il 97% della spesa pubblica della scuola serve a pagare gli stipendi di chi ci lavora.
Vengono smentiti non dal Pd ma dall’Ocse nella pubblicazione “Education at a Glance, 2007”. Infatti, i dati della spesa corrente per il personale, raffrontati con quelli di altri Paesi, risultano questi:

Italia 80,7
Francia 80,7
Germania 85,1
Gran Bretagna 69,7
Media Ocse: 80,1

Di conseguenza l’Italia risulta allineata alla media Ocse ed ha una spesa per gli stipendi inferiore a quella della Germania.
fonte: PD




16 ottobre 2008

Dell'Utri su Mussolini! Da leggere per renderci conto da chi siamo governati e fare attenzione..



E dopo Christian Abbiati che disse: «Io non ho vergogna a manifestare la mia fede politica. Del fascismo condivido ideali come la Patria e i valori della religione cattolica. Rifiuto le leggi razziali, l’alleanza con Hitler e l’ingresso in guerra, ma mi piace la capacità che aveva di assicurare l’ordine, garantendo la sicurezza dei cittadini»
Christian Abbiati, portiere del Milan,intervista a «Sportweek», Ansa 25 settembre
.. ora a parlare è un esponente del Governo Berlusconi, diciamo il suo maggior confidente e mentore: DELL'UTRI che dice:

«A parte i suoi errori, Mussolini non era quel greve individuo che hanno cercato di lasciarci come immagine dopo la guerra. Il duce era un uomo che aveva molte qualità e dai diari emerge l’aspetto umano, la sua cultura, la sua capacità politica e di statista in maniera prepotente».
Marcello Dell’Utri, 14 ottobre
 E ora ricordo, aiutato da wikipedia, i procedimenti giudiziari del braccio destro di Berlusconi:

False fatture e frode fiscale 

Ha patteggiato la pena di due anni e tre mesi di reclusione per false fatture e frode fiscale (nell'ambito della gestione di Publitalia '80) a Torino [10].

Tentata estorsione 

È stato condannato in primo grado a Milano a due anni di reclusione per tentata estorsione ai danni di Vincenzo Garraffa (imprenditore trapanese), con la complicità del boss Vincenzo Virga (trapanese anche lui). Il 15 maggio 2007 la terza corte d'appello di Milano conferma la condanna a due anni.Il 10 aprile 2008 il PG della Cassazione ha chiesto l'annullamento, con rinvio, della condanna a 2 anni inflitta al parlamentare Marcello Dell'Utri, ritenendo "inutilizzabili" alcune dichiarazioni accusatorie. La Corte di Cassazione, II sezione penale, accoglie la richiesta, annullando la sentenza di appello con rinvio ad altra sezione

Concorso esterno in associazione mafiosa [modifica]

  • Le indagini iniziano nel 1994 con le prime rivelazioni che confluiscono nel fascicolo 6031/94 della Procura di Palermo.
  • Il 9 maggio 1997 il gip di Palermo rinvia a giudizio Dell'Utri, e il processo inizia il 5 novembre dello stesso anno.
  • In data 11 dicembre 2004, il tribunale di Palermo ha condannato Marcello Dell'Utri a nove anni di reclusione con l'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa. Il senatore è stato anche condannato a due anni di libertà vigilata, oltre all'interdizione perpetua dai pubblici uffici e il risarcimento dei danni (per un totale di 70.000 euro) alle parti civili, il Comune e la Provincia di Palermo.




13 ottobre 2008

Ha ragione Berlusconi o Oliver Stone?



Berlusconi
non lo ha mai nascosto, si ispira a Bush e ai repubblicani e il suo pensiero è stato sottolineato anche dal suo discorso di oggi: «La storia dirà che George W. Bush è stato un grandissimo presidente degli Stati Uniti», ha risposto Berlusconi. «Bush è un uomo di grandi principi, grandi ideali, grande visione, ma soprattutto uno che ha il coraggio di perseguire questa visione. In lui non ho mai visto il calcolo del politico, ma la spontaneità e la sincerità di colui che crede in quello che fa. Mi è stato facile condividere le decisioni di Bush fondate sull'amore della libertà, la democrazia e il rispetto per gli altri».
Io invece sono dalla parte Democratica e di ciò che Oliver Stone ha detto pochi giorni fa: «Bush ha cambiato l’America e il mondo, ha trasformato profondamente le nostre vite. Ci lascia con tre guerre: quella in Iraq, quella in Afghanistan e quella infinita contro il terrorismo. Ci lascia Guantanamo e la tortura. E un’economia sull’orlo dell’abisso»

A voi il giudizio.......
Fabio







9 ottobre 2008

Silvio Berlusconi: ecco la vera storia giudiziaria! Ha ragione Vespa o Travaglio?



In questi giorni è in atto una polemica fra Bruno Vespa e Marco Travaglio. Naturalmente premetto che considero Bruno Vespa uno dei tanti servi di Berlusconi ma riporterò la STORIA giudiziaria senza paura di smentita. Per chi non fosse a conoscenza della polemica vi invito a cliccare quì: POLEMICA VESPA-TRAVAGLIO
Ed ecco prima un breve riassunto delle vicende giudiziarie per dimostrare che:
-) Non è vero quello che dice Berlusconi sul fatto che è sempre stato assolto! In molti casi è stato salvato dalle leggi fatte da se stesso e in tanti altri grazie ai suoi avvocati che gli hanno fatto raggiungere la PRESCRIZIONE che non è altro che la scadenza di un termine processuale arrivato il quale non si amette sentenza.
ED ECCO LA SUA VERA STORIA GIUDIZIARIA
:
Tangenti alla Guardia di finanza : PRESCRITTO
Tangenti a Craxi (All Iberian 1) : 21 miliardi di finanziamenti illeciti a Bettino Craxi :PRESCRITTO
Falso in bilancio (All Iberian 2) : PRESCRITTO
Terreni di Macherio : PRESCRITTO
Corruzione giudiziara (SME) : PRESCRITTO
Corruzione giudiziara (Lodo Mondadori) :PRESCRITTO
Falso in bilancio (Caso Fininvest) : 1500 miliardi di lire di presunti fondi neri : PRESCRITTO
Evasione Fiscale (Caso Lentini) : versamento in nero di una decina di miliardi dal Milan al Torino Calcio : PRESCRITTO
Grazie alla Ex-Cirielli, varata dal suo Governo, con la prescrizione breve ancora una volta l'ex presidente del consiglio rimane impunito, senza nemmeno dover affrontare il processo.

* Beneficiario di 2 Amnistie: 1) Falsa Testimonianza in ambito P2 e Falso in Bilancio Macerio. In futuro è poi riuscito, nonostante i crack Parmalat e Cirio (anzi a causa di questi crack) ad ammorbidire le Pene in tema di Falso in Bilancio. Negli Usa è successo l'inverso a parità di problema.
* 1 Assoluzione Dubitativa: Corruzione Guardia di Finanza, Falso in Bilancio Medusa.
* 1 Assoluzione Piena: Corruzione Giudici Sme/Ariosto.
* 2 Assoluzioni per Depenalizzazione del Reato da Parte dello Stesso Imputato: Falsi in Bilancio All Iberian, Sme-Ariosto.
* 8 archiviazioni: 6 per Mafia e Riciclaggio, 2 per Concorso in Strage.
* 6 prescrizioni: Finanziamento Illecito a Craxi con All Iberian; Falso in Bilancio Macherio; Falso in Bilancio e Appropriazione Indebita Fininvest; Falso in Bilancio Fininvest occulta; Falso in Bilancio Lentini; Corruzione Giudiziaria Mondadori).
* 4 processi in corso: Telecinco (Falso Bilancio, Frode Fiscale, Violazione Antitrust Spagnola), caso Mills (Corruzione Giudiziaria), Diritti Mediaset (Appropriazione Indebita, Falso Bilancio, Frode Fiscale), Saccà (Corruzione).
* 1 indagine in corso: Istigazione alla Corruzione di alcuni Senatori.

IN ATTESA CHE SI GIUNGA A SENTENZA VERE E SENZA PRESCRIZIONI QUESTO E' QUANTO! Dopo aver letto cosa hanno detto Vespa dauna parte e Travaglio dall'altra e dopo aver letto le sue vicende traete le vostre conclusioni...

Fabio.




17 aprile 2007

Enzo Biagi su Berlusconi e Gherardo Colombo su tangentopoli...

 «L’Italia è il Paese dei miracoli, dove gente sull’orlo del fallimento te la ritrovi stramiliardaria». Parlerà mica di Berlusconi, per caso? «Credo che debba molto più lui alla politica di quanto la politica debba a lui»
Enzo Biagi, l’Espresso 13 aprile
"Attraverso Mani Pulite si è scoperto molto, di fatti ne sono emersi tantissimi. E credo che l´informazione sia stata un fatto positivo. I risultati dei processi? Beh, chissà quante posizioni sono cadute in prescrizione e quante prosciolte perché sono cambiate le regole. Sotto il profilo giudiziario credo che il risultato non sia stato quello che ci si aspettava»
Gherardo Colombo nel nuovo programma di Enzo Biagi, l´Espresso 13 aprile
PS: Chi non l'ha ancora fatto può continuare a votare il sondaggio quì a fianco
PS2: Il 22 aprile, finalmente, Enzo Biagi tornerà a condurre un programma dopo il forzato esilio imposto da Berlusconi, invito tutti a guardarlo!
Fabio.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. berlusconi biagi colombo

permalink | inviato da lopinionedifabio il 17/4/2007 alle 18:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (33) | Versione per la stampa


sfoglia     giugno       
 


Ultime cose
Il mio profilo



GIRO DELL'ITALIA NUOVA DI VELTRONI
VIRGILIO NOTIZIE
WOLONTARI PARTITO DEMOCRATICO
PARTITO DEMOCRATICO
IL SOLE 24 ORE
ITALIA NOSTRA
Feltrinelli
REPUBBLICA.IT
La Stampa
BEPPE GRILLO
Corriere
ANSA
Amnesty
Emergency
Libera.it
Articolo21
Promiseland.it
Legambiente
WWF
FAI
GOVERNO
Psiche e Soma
Sampdoria
Rinascitanazionale


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom