.
Annunci online

  LopinionediFabio [ Sito di opinioni politiche personali.. ]
         

Ricerca personalizzata

Per non dimenticare chi ha ordinato l'EDITTO BULGARO (Silvio Berlusconi) e chi l'ha eseguito (IL CDA RAI nominato da tutto il centrodestra): «Quest’uomo lo hanno ucciso: è stato un ostracismo. Non c’è spiegazione per questo modo di agire. Il “Fatto” resterà come esempio classico nella storia della tv pubblica. La Rai cancellandolo ha perso di stima. A Biagi hanno teso un tranello, e parlo come amico di Enzo ma anche come uomo che conosce la realtà. La verità è che Biagi non era utile a qualcuno e quindi lo hanno abbandonato» Cardinale Ersilio Tonini in collegamento con la trasmissione «AnnoZero», ApCom 9 novembre
Free Burma!




























 


20 ottobre 2008

LE BALLE DEL GOVERNO BERLUSCONI SUL CLIMA!



Il ministro Ronchi in un'intervista al Sole 24 Ore ha dichiarato che sulla base di conti fatti dall'Unione europea, rispetto all'applicazione delle misure del pacchetto salva clima (20% di taglio di gas serra, 20% di risparmio energetico, 20% di aumento delle energie rinnovabili), "l'Italia pagherebbe l'1,14% del suo Pil e il 19,7% dei costi totali del piano, più di Spagna (17%), Francia (14,9%), Germania, Inghilterra (12,5%)".

Niente di più falso!Lo scenario di costi invece più probabile, fa notare l’eurodeputata, è quello che prevede un costo pari allo 0,58% del Pil europeo (91 miliardi al 2020) e per l'Italia lo 0,49% del Pil (cioè 8 miliardi). Costo che con il risparmio energetico scenderebbe fino a 2,7 miliardi.

Di fronte alle balle del governo è da apprezzare l'atteggiamento del presidente Barroso, non disponibile a rinegoziare gli obiettivi del pacchetto né a cadere nella trappola di chi vorrebbe ritardare l'applicazione del pacchetto stesso invocando la recente crisi finanziaria: giustamente - ha detto - "non possiamo rinviare oggi la necessità di modernizzare l'economia europea per affrontare le sfide di domani”.

RICORDIAMOCI CHE L'AMBIENTE E' FONDAMENTALE, E' IL NOSTRO FUTURO E QUELLO DEI NOSTRI FIGLI. PENSIAMOCI E BOCCIAMO QUESTO GOVERNO BERLUSCONI CHE STA DALLA PARTE DI CHI INQUINA!!! Di questo passo non si rischia solo di diventare il fanalino di coda dell’Europa, ma pure del mondo. E’ innegabile infatti che il Governo Berlusconi, in fatto di ambiente, è riuscito a fare un notevole passo avanti. Peccato però che sia un passo verso il baratro. Grazie allo zelo mostrato a Bruxelles, attraverso l'irresponsabile minaccia di veto presentata insieme alla Polonia, la delegazione italiana è riuscita a convincere i capi di Stato e di governo dei 27 paesi a rinviare a dicembre l’accordo finale sulla strategia contro l’innalzamento della temperature.
Certo, forse alla fine Berlusconi non riuscirà ad ottenere molto di più di un rinvio d’agenda, ma l’episodio la dice lunga sull’impegno che questa maggioranza intende investire in uno dei problemi più gravi del nostro tempo.





Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ambiente governo verdi unione europea

permalink | inviato da lopinionedifabio il 20/10/2008 alle 20:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



18 ottobre 2008

Berlusconi ci fa primeggiare in Europa!!! Ma in cosa?



Finalmente il centrodestra berlusconiano ci fa primeggiare in qualcosa in Europa: SI, NEL PAESE EUROPEO CHE MAGGIORMENTE NON RISPETTA IL CLIMA E CHE INQUINERA' DI PIU'! Bene, non vivremo più nel bel Paese ma nello stato europeo più inquinato!!!
E riprendo un articolo di ieri per riportare le opinioni delle varie parti in causa:

È «allibito» il commissario europeo all'Ambiente, Stavros Dimas: non riesce a capacitarsi «delle argomentazioni che arrivano da alcuni ambienti in Italia». Parla della polemica sul pacchetto Ue per la riduzione delle emissioni inquinanti. L’Italia, infatti, ha più volte minacciato il veto sulle nuove norme: il governo Berlusconi, appoggiato da Confindustria, sostiene che le misure a difesa del clima e dell’ambiente sarebbero un costo impossibile da sostenere per le imprese italiane. Ma Dimas non riesce a capire perché guardiamo «in modo così pessimista» al pacchetto, che invece «contiene importanti incentivi all'innovazione».

«Io - spiega il commissario europeo – tutti questi svantaggi non li vedo», anzi, con le misure del pacchetto ci saranno «più sicurezza energetica, lo sviluppo delle fonti rinnovabili, meno dipendenza dal petrolio». Innovazioni che indirizzerebbero l'economia verso «un futuro a basse emissioni di CO2» e che potrebbe creare nuove opportunità per le nostre imprese: «Il vostro paese – si infervora Dimas parlando con i cronisti italiani – avrebbe enormi capacità di sviluppo nel settore delle energie rinnovabili. E allora perché non innovate?».

Vallo a chiedere a Berlusconi, a Frattini, a Ronchi, alla Prestigiacomo e anche alla Marcegaglia, verrebbe da dire. Perché nessuno dei ministri volati a Bruxelles si è mostrato sensibile agli argomenti dell’innovazione, dell’indipendenza energetica, della difesa dell’ambiente. Piuttosto, hanno preferito seminare il terrore sui costi che le nuove misure avrebbero: più di 18 miliardi di euro l’anno, minacciano dal ministero dell’Ambiente, l’1,4 per cento del Pil. Più di venti miliardi ogni dodici mesi, esagerano da Confindustria.

Ma a Bruxelles restano di stucco: «Non so da dove vengano questi numeri – dice il commissario Dimas – ma sono scenari che non si basano sul nostro pacchetto». La Commissione Ue, infatti, ha calcolato che il pacchetto costerebbe ai paesi membri una cifra compresa tra lo 0,51 e lo 0,66 per cento del Pil, un terzo di quanto sostenuto dalle autorità italiane. E soprattutto, ragionano a Bruxelles, «questo non significherebbe una perdita poiché il denaro rimane nel Paese e potrebbe essere usato, da parte di buoni governanti, per fare investimenti». Già, buoni governanti, quelli che da noi non li vedono nemmeno in Europa.

Sulla questione interviene anche il capo dello Stato Giorgio Napolitano che sottolinea come le esigenze di sostenere l'economia non debbano sopravanzare il rispetto e la tutela dell'ambiente. Il capo dello Stato ha richiamato la necessità di tutelare l'ambiente, anche in presenza di una congiuntura economica difficile come quella attuale: «Nonostante la crisi finanziaria che sta colpendo i paesi più avanzati, occorre egualmente indirizzare le relazioni economiche e commerciali internazionali ed i modelli di crescita in maniera da consentire a tutti i paesi un effettivo progresso secondo linee compatibili con la doverosa salvaguardia delle risorse naturali e del patrimonio ambientale del pianeta».

«Come al solito – commenta il ministro ombra dell’Ambiente Ermete Realacci – Berlusconi ci regala una pessima figura a livello internazionale». «La posizione del governo italiano sul pacchetto clima in discussione a Bruxelles – attacca il leader del Pd – è irresponsabile nel merito e rischia di isolare il nostro Paese dal nucleo storico dell'Unione europea. È giusto e necessario – spiega Veltroni – in un momento così difficile e critico per l'economia mondiale, fare ogni sforzo a difesa delle nostre imprese. È invece una scelta miope e perdente – aggiunge – utilizzare questo come pretesto per smantellare gli obiettivi di riduzione delle emissioni dannose per il clima, di sviluppo delle energie rinnovabili, di miglioramento dell'efficienza energetica. L'Italia su questo gioca il suo futuro, ambientale ed economico, il governo torni sui suoi passi».





Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ambiente centrodestra governo europa

permalink | inviato da lopinionedifabio il 18/10/2008 alle 10:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa



6 agosto 2007

Dai un voto al Governo in questo anno e mezzo...



Create polls and vote for free. dPolls.com


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Governo sondaggio voto esecutivo

permalink | inviato da lopinionedifabio il 6/8/2007 alle 14:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


sfoglia     settembre        novembre
 


Ultime cose
Il mio profilo



GIRO DELL'ITALIA NUOVA DI VELTRONI
VIRGILIO NOTIZIE
WOLONTARI PARTITO DEMOCRATICO
PARTITO DEMOCRATICO
IL SOLE 24 ORE
ITALIA NOSTRA
Feltrinelli
REPUBBLICA.IT
La Stampa
BEPPE GRILLO
Corriere
ANSA
Amnesty
Emergency
Libera.it
Articolo21
Promiseland.it
Legambiente
WWF
FAI
GOVERNO
Psiche e Soma
Sampdoria
Rinascitanazionale


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom