.
Annunci online

  LopinionediFabio [ Sito di opinioni politiche personali.. ]
         

Ricerca personalizzata

Per non dimenticare chi ha ordinato l'EDITTO BULGARO (Silvio Berlusconi) e chi l'ha eseguito (IL CDA RAI nominato da tutto il centrodestra): «Quest’uomo lo hanno ucciso: è stato un ostracismo. Non c’è spiegazione per questo modo di agire. Il “Fatto” resterà come esempio classico nella storia della tv pubblica. La Rai cancellandolo ha perso di stima. A Biagi hanno teso un tranello, e parlo come amico di Enzo ma anche come uomo che conosce la realtà. La verità è che Biagi non era utile a qualcuno e quindi lo hanno abbandonato» Cardinale Ersilio Tonini in collegamento con la trasmissione «AnnoZero», ApCom 9 novembre
Free Burma!




























 


16 gennaio 2008

Due esempi da seguire per la Chiesa e due differenti vedute fra repubblicani(su guerra e politica estera) e democratici (sull'economia).....


Ritorno, sperando di aver risolto tutti i problemi con il computer, inserendo alcune frasi che trovo siano state significative in questi giorni. Due riguardano la Chiesa e le altre due le differenti visioni fra il repubblicano Bush e la moglio di Obama (Partito Democratico):

1) Promemoria. «Le Chiese e le comunità religiose non devono solo trovare un accordo con lo Stato; ma dovrebbero sostenere le fondamenta stesse dello Stato laico, in armonia, naturalmente, con la loro tradizione di fede. Mentre i cittadini credenti e le organizzazioni religiose possono esprimersi nella sfera pubblica parlando della fede, la voce pubblica della religione nelle istituzioni statali non ha ragione di essere»
Jürgen Habermas (filosofo) L’Espresso, 3 gennaio 2008

«Sì... sono battezzato... Ho molto rispetto per la famiglia cristiana, per chi pensa che il matrimonio debba essere celebrato in Chiesa e vuole avere 11 figli. Ma dobbiamo avere lo stesso rispetto per chi vuole vivere in coppia senza sposarsi o per chi, essendo omosessuale, decide di convivere in matrimonio con il proprio partner»

José Luis Rodriguez Zapatero Corriere della Sera 13 gennaio

2) «Oggi la vita non è più alla portata di molti. Non sto esagerando, ogni anno diventa sempre più difficile per la gente normale riuscire a vivere decentemente, e non ha fatto differenza che ci siano stati i repubblicani o i democratici al potere. Siamo in un Paese ricco, abbiamo avuto anni da record, ma il boom c’è stato solo per alcuni»
Michelle Obama, la Repubblica 9 gennaio

Il Medioriente secondo Bush. «Per il futuro Stato palestinese non funziona il modello del formaggio svizzero... ». «Sono completamente d’accordo con quello che lei sta dicendo (rivolto ad Abu Mazen), anche se non ho capito niente perché non parlo arabo... ». «Condi, ma perché non bombardammo il campo di Auschwitz? Avremmo dovuto farlo».
George Bush, frasi pronunciate dal presidente americano durante la sua visita in Israele e nei territori palestinesi, Ansa 11 gennaio




permalink | inviato da lopinionedifabio il 16/1/2008 alle 20:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa



9 gennaio 2008

Cinque sintetiche frasi che fanno riflettere sui fatti di inizio anno....


In questi giorni sto avendo parecchi problemi con il pc e non posso aggiornare il mio blog, spero di mettere tutto a posto nel giro di pochi giorni... Propongo solo tre frasi che reputo debbano essere prese da esempio:
1) «Ai cristiani che bestemmiano preferisco i musulmani che pregano. L’oratorio fa la muffa perché non ci viene più nessuno: e io dovrei negare il diritto di preghiera a chi lo chiede? Quando i musulmani sono venuti da me mi è sembrato naturale accoglierli. Non ho chiesto autorizzazioni. Siamo tutti figli di Dio e tanto mi basta»
Don Aldo Danieli, parroco di Paderno di Ponzano Veneto, ogni venerdì apre l’oratorio ai musulmani che vogliono riunirsi a pregare, la Stampa 10 novembre 2007
2) «Un impulso autodistruttivo pervade la società italiana, la sua classe dirigente, le categorie, il mondo dell’informazione. Non conosco Paesi dove ogni sera tutti i partiti dell’opposizione intimano al telegiornale che il governo si deve dimettere. In Germania il primo anno di Schroeder fu difficilissimo ma nessuno si sognò di esigere nuove elezioni. Alla scadenza fu rieletto»
Tommaso Padoa-Schioppa Corriere della Sera, 1 gennaio
3)«Usciamo da questa chiesa sapendo che su tutti noi incombe una responsabilità: tutti noi dobbiamo sostenere il miglioramento della società. Torino continui a progredire come città del lavoro ma, soprattutto, come città che rispetta, difende la giustizia. E la prima giustizia è il rispetto della vita di ogni persona».
Cardinale Poletto, arcivescovo di Torino, omelia durante il funerale di Giuseppe Demasi, settima vittima dell’incendio alla ThyssenKrupp, Ansa 3 gennaio
4)  «Dotto’, non faccio più droga. No, adesso ho un altro affare. Rende di più e soprattutto si rischia molto meno. Si chiama monnezza, dotto’. Perché per noi la monnezza è oro».
Nunzio Perrella, boss pentito del Rione Traiano, dichiarazione raccolta nel carcere di Vicenza da Franco Roberti, capo del pool anticamorra della Procura di Napoli, dicembre 1992
5) «Sarò un presidente che porrà fine alla guerra in Iraq e riporterà i nostri soldati a casa e ripristinerà il nostro prestigio morale. L’11 settembre non sarà un mezzo per spaventare gli elettori, bensì una sfida che deve unire l’America e il mondo contro le minacce comuni del XXI secolo»
Barack Obama, dal discorso pronunciato dopo l’annuncio della vittoria nello Iowa, 4 gennaio

A PRESTO!
Fabio.




permalink | inviato da lopinionedifabio il 9/1/2008 alle 19:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa



22 ottobre 2007

E' di fondamentale importanza che i giovani siano attivi, Non basta aderire a campagne sociali su internet: bisogna anche scendere in piazza per dar voce al proprio dissenso!

Molte persone, per email, mi hanno chiesto di commentare la manifestazione di Sabato contro la precarietà. Trovo che sia stato un successo, una gran manifestazione non contro il Governo ma per spostare l'asse della coalizione un po' piu' a sinistra (trovo che ce ne sia bisogno).
Sono sempre dell'idea che l'Unione rischi di cadere in questo periodo ma che i problemi arriveranno dal Centro e non dalla Sinistra. Per ciò che concerne la manifestazione riporto questa frase sui giovani che ritengo molto azzeccata:

«Negli ultimi sei anni, a partire dall’11 settembre 2001, i giovani hanno rasentato il cinismo e questo mi preoccupa. Il mio tempo per la militanza è passato, ma è di fondamentale importanza che i giovani siano attivi ed esigano risposte chiare dal governo. Non basta aderire a campagne sociali su internet: bisogna anche scendere in piazza per dar voce al proprio dissenso».
Robert Redford
la Repubblica 21 ottobre

Fabio.




permalink | inviato da lopinionedifabio il 22/10/2007 alle 19:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa



17 ottobre 2007

All'estero cosa ne pensano delle primarie di Domenica? E di Veltroni? Ecco il New York Times e il Presidente del Partito Socialista Europeo...

Ho sempre ritenuto che le impressioni e i giudizi dall'estero siano più imparziali di chi vive in Italia e gioco forza sta da una parte o dall'altra. Ecco l'opinione di uno dei più grandi quotidiani mondiali e del Presidente del Partito Socialista Europeo..


«Una faccia relativamente giovane della politica italiana ha assunto la guida di un nuovo partito, rivendicando un forte mandato a cambiare il sistema paralizzato del Paese dopo che 3,4 milioni di italiani domenica hanno votato nelle prime elezioni per scegliere un leader di partito»

New York Times 16 ottobre

«La schiacciante maggioranza con cui Walter Veltroni è stato eletto segretario del Pd dà al partito un formidabile inizio. L’Europa ha bisogno di un’Italia forte e il Partito Democratico può dare un contributo molto significativo per il suo rinnovamento. Il fatto che tre milioni e mezzo di italiani siano andati a votare dimostra il desiderio di cambiamento da parte dei cittadini».
Poul Nyrup Rasmussen, presidente del Partito Socialista Europeo, Ansa 15 ottobre

Dite che non danno prestigio certe parole? Per me si...
Fabio.




permalink | inviato da lopinionedifabio il 17/10/2007 alle 20:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



30 agosto 2007

Forza Italia, partito senza organi e discussione con il solo Capo al vertice! Anche Ernesto Galli Della Loggia se ne accorge...

Meglio tardi che mai. «Forza Italia era un partito di plastica e di plastica è rimasto: non ci sono iscritti, quadri, parlamentari, consiglieri comunali, non ci sono organi, non c´è discussione, non c´è nulla che conti qualcosa. C´è solo il capo e il capo è lui per una sola ragione: ha le televisioni e un mucchio di soldi con cui paga tutto, incluse le campagne elettorali. È come un harem. E un harem non è un partito».
Ernesto Galli Della Loggia
Corriere della Sera 23 agosto




permalink | inviato da lopinionedifabio il 30/8/2007 alle 13:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa



11 agosto 2007

Considerazioni sull'elogio ai furbetti e agli evasori da parte di una parte della Destra...Ben venga la lotta all'evasione e il Tesoretto! Guarda chi beneficera' dei risultati delle norme anti evasione..

Ho appena letto questa dichiarazione sulla Striscia Rossa: Elogio dei furbi. «Valentino Rossi è un eroe della resistenza fiscale, il suo esempio ci insegna che, nel mondo globalizzato della concorrenza fiscale tra meno esosi, la nostra casa è laddove poniamo il nostro denaro. Pertanto viva Rossi e viva i paradisi fiscali. Viva Antigua e Barbados, viva il Liechtenstein e Montecarlo. E poi straviva la Svizzera»
Oscar Giannino, vicedirettore di «Libero» 10 agosto 2007
E mi preme scrivere alcune mie considerazioni:
1) questa dichiarazione in difesa  dell'evasione, perdipiù fatta da una stramiliardario, evidenzia che ci sono sempre grandissime differenze tra Destra e Sinistra..
2) Sono sempre più dalla parte del Governo nelle misure anti evasione
3) se le misure anti evasione danno i risultati che hanno dato in questo anno:
A
)aumento delle pensioni minime per 3 milioni di persone
B)riscatto della laurea a fini pensionistici più facile e meno esosa,
C) norme a favore dei precari
con la maggiore facilità di cumulare i periodi contributivi maturati in diversi regimi previdenziali,
D)Taglio Cuneo
: è esteso a banche e assicurazioni il taglio del cuneo fiscale introdotto con la Finanziaria 2007
E) autorizzata la spesa di 5,7 miliardi di euro per ciascuno degli anni 2007, 2008 e 2009 per i rimborsi Iva sulle auto aziendali, i rubinetti per le infrastrutture.
F)Per l’Anas arrivano 426,5 milioni di euro. Per le Fs 700 milioni, mentre per Poste italiane è previsto uno stanziamento di 41,7 milioni.
G)Sicurezza: arrivano 100 milioni nel 2007 per il comparto sicurezza: Polizia di stato, Vigili del fuoco e arma dei Carabinieri.
H)Fondo giovani: viene istituito il Fondo rotativo per il credito ai giovani di età compresa fra i 18 e i 40 anni per il rilascio di garanzie dirette, anche fidejussorie, alle banche e agli intermediari finanziari.
I)Fondo Adis: vengono stanziati 260 milioni per l’erogazione del contributo italiano al Fondo globale per la lotta contro l’Aids, la tubercolosi e la malaria.
L)Bonus bebè e altro: vengono integrati per 764,2 milioni nel 2007 i finanziamenti per la protezione civile, il bonus bebè, l’Aran, l’emergenza rifiuti, il Fondo per l’estinzione dei debiti pregressi delle amministrazioni centrali dello Stato, il Fondo di rotazione per le politiche comunitarie, il Fondo per il servizio civile, il Fondo per il contrasto della violenza sulle donne, il Comitato di sulle risorse idriche, il Fondo per l’edilizia universitaria, il Fondo ordinario delle università e delle borse di studio ’post lauream’, la cooperazione e lo sviluppo e l’organismo di vigilanza sulle Onlus.




permalink | inviato da lopinionedifabio il 11/8/2007 alle 12:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa



6 agosto 2007

Dai un voto al Governo in questo anno e mezzo...



Create polls and vote for free. dPolls.com


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Governo sondaggio voto esecutivo

permalink | inviato da lopinionedifabio il 6/8/2007 alle 14:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa



3 agosto 2007

Michele Serra sul peggioramento dei media e il miglioramento dei politici sull'altare della fesseria di massa...

Ieri non c’era prima pagina di giornale nella quale non campeggiasse l’immagine dell’avvenente Casini, a bocca dischiusa, mentre suggeva un affarino allo scopo di certificare la sua renitenza alle droghe, la sua esemplarità di italiano, di cattolico e di padre di famiglie. Una specie di eucaristia profilattica che rendeva evidente che accidenti di brutto lavoro è diventato fare il politico: chi di noi accetterebbe di vedersi schiaffato in prima pagina mentre fa una radiografia in canottiera, o una protesi dentaria? Il Casini e le sue truppe, meno avvenenti ma ugualmente probe, si sono invece sottoposti volentieri a questa piccola gogna e conseguenti pernacchie del popolaccio cinico. Ne deriva che il politico - del quale tanto spesso e volentieri parliamo male - è in realtà un cittadino coraggioso. Aggiungiamo: più coraggioso oggi di ieri, quando leader anche molto prestigiosi (un Berlinguer, uno Spadolini, un De Gasperi) non erano tenuti a esibirsi in questo genere di fioretti mediatici. Né erano costretti a stare tutto il santo giorno in televisione, o per la strada cinti da baveri di microfoni. Se ne deduce che sono molto peggiorati i media (incanagliti, e soprattutto centuplicati) e molto migliorati i politici, che si immolano anche per nostro conto sull’altare della fesseria di massa.




permalink | inviato da lopinionedifabio il 3/8/2007 alle 14:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa



25 luglio 2007

Quando si critica tanto il Governo si dovrebbero tenere a mente queste parole di Silvio Berlusconi..






L'accordo raggiunto tra le parti sociali e il Governo "è una cosa che non ha senso" perché, per Silvio Berlusconi "in tutti i Paesi si va in pensione a 65 anni mentre soltanto da noi si è abbassata la soglia a 57". Arrivando alla cena di 'fine stagione' con i senatori di Forza Italia, Berlusconi si è rammaricato dell'ipotesi di accordo sulle pensioni perché a suo dire negano una incontestabile verità: "Contro l'evidenza - spiega Berlusconi - di una realtà e di una vita che dura fino agli 80 anni e che va verso i 100 anni da noi si pensa ad andare in pensione a 57".
Io volevo dire tre cose a Silvio Berlusconi:
1) ormai si va a 60 anni in Pensione e comunque con 35-40 anni di lavoro sulle spalle
2) Lo sa Silvio Berlusconi che se non si liberano dei posti di lavoro noi giovani è molto difficile che troviamo un lavori decente?
3) Cosa più importante: vada lui, Silvio Berlusconi, a lavorare sui ponteggi da operaio fino a 65 anni, vada lui a fare l'infermiere nelle corsie di ospedale, vada lui a fare l'operaio o il metalmeccanici a 65 anni, vada lui a teneri per 40 anni dei bimbi all'asilo, vada lui a fare il magazziniere o il portuale, vada lui a fare il pompiere o lavorare nell'anas lungo le strade, vada lui a zappare la terra o fare il fabbro... E di mestieri così potrei elencargliene a decine..
Fabio.




permalink | inviato da lopinionedifabio il 25/7/2007 alle 14:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (96) | Versione per la stampa



11 giugno 2007

2 buone notizie: l'acqua, grazie a molti cittadini e al Governo, resta pubblica e c'è aria di modifiche sulla legge Biagi, contro la precarietà..

Entro la fine di Giugno il Governo presenterà un disegno di legge di modifica, assieme ai provvedimenti sul welfare da finanziarie con una parte del famoso tesoretto. La ratio dell’intervento è quella di proporre incentivi alle aziende che passano da assunzioni da tempo determinato al contratto fisso. Sarà posto un limite alla durata – si dice tre anni – oltre il quale l’azienda verrà incentivata a passare al tempo indeterminato.Il lavoro a progetto non dovrebbe subire cambiamenti. Invece si procederà a un innalzamento delle aliquote contributive per i lavoratori a tempo determinato fino a raggiungere l’aliquota del 33%.Il riscatto della laurea a fini previdenziali sarà concesso a cifre più abbordabili.
Passa alla Camera la moratoria la moratoria che sospende i processi di privatizzazione delle rete idrica. il blitz alla Camera “rappresenta una prima sconfitta del neocapitalismo municipale multiutilities”, ovvero della tendenza, consolidatasi negli ultimi anni, a rendere i Comuni soggetti azionisti (co)proprietari di imprese che puntano a massimizzare i profitti ottenuti dalla vendita di servizi cui nessuno può rinunciare, con la creazione di imprese multiutilities (operanti cioè in diversi settori: energia, acqua, rifiuti; energia, trasporti, telecomunicazioni) e quotate in Borsa.
Fabio.
PS: anticipo che a Genova vincerà il centrosinistra!!! Berlusconi ha sfidato il ponente ligure e ha perso, il mio capoluogo di Regione non tradisce mai!!!!




permalink | inviato da lopinionedifabio il 11/6/2007 alle 14:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa



6 giugno 2007

Al G8 Bush non firmerà il protocollo di Kioto nonostante la pressione dell'Europa, l'ennesima delusione ambientale..

Sono da sempre un sostenitore dell'ambiente e la notizia di oggi è l'ennesima delusione: Si è scoperto l'ennesimo Bluff di Bush.Il tentativo di apparire un leader attento alle questioni climatiche è durato giusto il tempo di finire sulle prime pagine dei principali quotidiani internazionali.Nessuna svolta ambientalista, dunque,ma solo una scoraggiante conferma, gli Stati Uniti non firmeranno il protocollo di Kioto.
Non è certo una bella notizia e quello che si sta aprendo rischia di essere l'ennesimo vertice dove non verranno prese decisioni significative. L'Europa deve fare la sua parte e pressare per ottenere da parte degli Stati Uniti impegni vincolanti.Se il Vecchio Continente aspira infatti al ruolo di primo piano come portatrice di modelli di sviluppo e di convivenza tra Stati come io auspico, sul banco di prova della lotta ai mutamenti climatici si gioca una partita di fondamentale importanza per segnare una nuova strada per i propri cittadini, per quelli di tutto il mondo e per il futuro del pianeta.
E ora domando: era giusta la politica estera del governo Berlusconi che dipendeva dalle decisioni di Bush e Putin? o è giusta la politica estera del centrosinistra con una visione più europea?
Fabio.




permalink | inviato da il 6/6/2007 alle 14:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (30) | Versione per la stampa



30 maggio 2007

Analisi del voto di Michele Serra che condivido...

L’analisi del voto, questa volta, non è così difficile: il centrodestra conta i suoi voti e li trova tutti, anzi qualcuno in più. Il centrosinistra conta i suoi voti e ne trova parecchi di meno, perché in tanti non sono andati a votare. Questo darà modo alle varie componenti della maggioranza – secondo tradizione - di rinfacciarsi a vicenda la colpa della sconfitta. Ma temo che la verità sia più radicale e  perfino più severa: lo scollamento tra l’elettorato di sinistra e i suoi rappresentanti è pauroso. Dopo anni che in molti borbottano "se continuate così non vi votiamo più", questa volta lo hanno fatto.Perché, per quanto il rapporto con la politica sia meno ideologico, più pragmatico, quando si va a votare si cerca o si spera di potersi specchiare, almeno a tratti, nel proprio eletto. Si cerca o si spera di vedere rappresentate le proprie idee, di sentire difendere la propria identità culturale, o quello che ne rimane.La gente di sinistra chiede ai suoi capi di difendere i valori repubblicani (laicità dello Stato, uguaglianza di diritti e doveri,dignità del lavoro) e di battersi per alcune opzioni politiche che segnano, eccome, la differenza con la destra (welfare, legalità,primato della scuola pubblica, primato degli interessi sociali). Ma l’establishment di sinistra, da qualche annetto, pare occupato soprattutto a discutere il proprio organigramma e a scannarsi sulle regole interne. Parla di se stesso, ossessivamente. E non gli rimane il tempo per parlare alla sua gente, e per ascoltarla.
PS: alla fine la destra governava 14 dei grossi comuni, il centrosinistra 12.. Ora con il voto la destra ne governerà 13, il centrosinistra 5... Ci sono 8 ballottaggi... Se li vincesse tutti il centrosinistra? 13-13... Anche se al nord è stata una catastrofe...
PS2: novità su Federico Aldrovandi, ne parlerò nel prossimo post per chi non conoscesse la vicenda...
Fabio.




permalink | inviato da il 30/5/2007 alle 14:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (14) | Versione per la stampa



25 maggio 2007

Per non dimenticare chi si è battuto e chi continua a battersi contro la MAFIA...

«Trovo meraviglioso che a ricordare Giovanni Falcone arrivino giovani da tutta Italia perché questo significa che la memoria è diventata futuro e i giovani la portano sulle loro gambe. È il quindicesimo anniversario e ancora non si conosce la verità sui mandanti occulti delle stragi del ’92. Auguriamoci che la politica e questo governo facciano finalmente chiarezza»
Rita Borsellino, Adnkronos 22 maggio

PS: continuo a chiedere a chi avesse voglia può votarmi come miglior blog maschile , lo apprezzerei molto, basta un click! questo è il link dove si può votare, clicca quì su:   MIGLIOR BLOG MASCHILE  poi su L'opinione di fabio




permalink | inviato da il 25/5/2007 alle 0:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa



18 maggio 2007

La notte delle elezioni ci furono 3 intrusioni informatiche al Viminale. Chi c'era a garantire la sicurezza?

Dopo il film Uccidete la democrazia!,che ha provocato polemiche nel mondo politico e un’inchiesta giudiziaria,che ha portato al riconteggio dei voti e alla sospensione dei progetti di voto elettronico,Beppe Cremagnani e Enrico Deaglio continuano la loro inchiesta con un nuovo film:Gli imbroglioni.Quel che hanno fatto del nostro voto.L’appuntamento con Gli imbroglioni è per il 18 maggio,quando il film uscirà in edicola con un numero monografico di Diario.Che ci fosse la possibilità di truccare i dati elettorali con un software al ministero degli Interni è confermato.Non solo.La nuova inchiesta prova che ci furono almeno tre attacchi,tre intrusioni informatiche durante la notte dello spoglio.Prova che ci fu un gravissimo maneggio di voti.A garantire la sicurezza informatica del Viminale in quella notte fu schierato il Tiger team Telecom,ovvero il gruppo di esperti informatici oggi in carcere per spionaggio e hackeraggio assieme ad un alto esponente dei servizi segreti.Il film racconta ancora come nei tre giorni seguenti l’11 aprile l’Italia corse il rischio di un moderno colpo di Stato.E c'è da dire che Sono gravissime le dichiarazioni del legale di Fabio Ghioni,avvocato Pilerio Plastina,che riconosce la fondatezza della denuncia di Deaglio e Cremagnani sulle aggressioni di hacker nella notte dello scrutinio.Per Licandro(PDCI),che nel gennaio scorso presento'un'interrogazione al Ministero dell'Interno,le affermazioni del legale''confermano che quella notte e nei giorni seguenti successero cose torbide e pericolosissime che stanno alla base della richiesta del Pdci di una commissione d'inchiesta e che sollevano un altro problema:perche'la risposta del governo alla mia interrogazione sul ruolo del dottor Rocco Lucia come consulente informatico del Viminale sosteneva l'assoluta estraneita' alle vicende elettorali di quella persona e conseguentemente dell'intero Tiger team.Beh,c'e' una palese contraddizione perche'se,come dice Plastina,il Tiger ha contrastato l'aggressione degli hacker,allora gli hacker quella sera c'era erano al Viminale.E questi hacker chi erano?E cosa ha fatto il governo per ricostruire la vicenda e perseguire i responsabili?Interrogativi ancora piu'scottanti di quelli che avevamo posto qualche mese fa e che legittimano ancora di piu' l'urgenza di una commissione d'inchiesta''.
Per saperne di più clicca su DIARIO
Fabio.




permalink | inviato da il 18/5/2007 alle 14:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (34) | Versione per la stampa



11 maggio 2007

Michele Serra: Se in Italia Sarkozy prendesse in mano la destra italiana cosa troverebbe?

La destra italiana è entusiasta di Sarkozy,e tanto entusiasmo andrebbe premiato.Bisognerebbe che se lo facesse prestare per un paio d’anni come leader, così ci godiamo (finalmente) lo spettacolo di un uomo d’ordine,ferreo custode della legalità repubblicana,alle prese con gli avvocati di Berlusconi,con i secessionisti, con quelli che "non pagare le tasse è autodifesa,con l’antistatalismo anarcoide,con Dell’Utri e Previti,insomma con parecchi degli ingredienti che innervano la destra nostrana,specie dalle parti di Forza Italia e Lega. Probabilmente Sarkozy,come primo provvedimento,chiederebbe di importare dalla Francia anche due o tre torpedoni di collaboratori, con il compito (improbo) di diffondere anche nella destra italiana e nei suoi elettori quello spirito di legalità e quel nazionalismo democratico (vive la République) che sono il nocciolo duro della destra francese.Anche troppo duro,a volte.Poi dovrebbe farsi spiegare da un traduttore, da un paio di intellettuali molto bravi e anche da uno psichiatra come è possibile che il giornale più sarkosiano d’Italia,"Il foglio",sia anche lo stesso che a suo tempo pubblicò l’elogio di Previti.Poi forse rimpatrierebbe per manifesta impossibilità di raccapezzarsi.
Ps: ho avuto il computer bloccato per una settimana, finalmente me l'hanno aggiustato!
Fabio.




permalink | inviato da il 11/5/2007 alle 17:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa



11 aprile 2007

Da Moro alla Sgrena fino ad arrivare a Mastrogiacomo.. Che tutto sia un pretesto per fottere il vicino di banco in Parlamento? Di Michele Serra..

Non ci furono altrettanti schiamazzi, quando venne liberata Sgrena sotto il governo Berlusconi. La "zona grigia" di ogni trattativa fu considerata più o meno da tutti un prezzo losco ma inevitabile da pagare a bande di guerriglieri che (a casa loro) controllano pezzi di territorio, e sgozzano la gente senza pensarci due volte. Si è liberissimi di pensare che le trattative siano politicamente controproducenti: ma la materia in oggetto – la vita di un ostaggio – non consente sicumera, toni gaglioffi, presunzione ideologica.
Negli ultimi giorni si è tirato spesso in ballo, in genere a sproposito, il dibattito dolorosissimo e difficile dei giorni di Moro. Ma, a parte le colossali differenze di contesto, i toni di allora non furono questi. Si sbraitava di meno, nell’Italia di allora, anche se si moriva di più, e si moriva quasi ogni giorno, e non in lontani deserti, non tra tribù ribelli, ma in casa nostra, nel centro delle nostre città. Forse il mio ricordo, come tutti i ricordi, è offuscato e magari intenerito dagli anni, ma la politica non volava così basso, vent’anni fa. L’impressione che qualunque evento sia il puro pretesto per fottere il vicino di banco in Parlamento non era così evidente. Disse Rino Formica che la politica è merda e sangue: ma così rischia di diventare solo merda.

moniokQuesto articolo è stato inviato anche a OkNotizie. Se ti è piaciuto clicca  sul link, registrati (se non lo hai fatto ancora) e vota OK all’articolo. Grazie.

Fabio




permalink | inviato da il 11/4/2007 alle 18:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa



6 aprile 2007

Ecco come i politici "sfruttano" internet......

Prendendo spunto da http://canali.libero.it/affaritaliani/ sono andato a visionare i siti dei politici italiani. In testa alla classifica http://www.antoniodipietro.com/index.html che cura un blog ben fatto dove scrive post ogni 2-3 giorni, ha iscritto il suo partitio a Second Life e utilizza anche il web blog. Al secondo posto http://www.pecoraroscanio.it/ che aggiorna il proprio blog ecologista ogni giorno e tratta tematiche molto interessanti. E al terzo posto metto il ministro delle telecomunicazioni http://www.paologentiloni.it/. SSecondo affari italiani, oltre a questi 3 siti, ce ne sono altri degni di menzione; c'è da dire che gran parte dei ministri si affida agli spazi web istituzionali, freddi e anonimi se non addirittura mal aggiornati. Ma da citare c'è il sito di  Linda Lanzillotta, Massimo D'Alema si è anche informato su Second Life. Per il resto, in rete pullulano indirizzi di uomini politici che definire "artigianali" è eufemistico. Foto che sembrano estrapolate da lapidi marmoree, scelte grafiche improbabili, menu illeggibili, navigabilità difficoltosa. E pensare che alla Camera è nata addiruttura l'associazione degli "Amici delle nuove tecnologie". Tra i parlamentari val la pena citare qualcuno che se la cava degnamente: il Dl Dario Franceschini, ad esempio, il forzista Antonio Palmieri e soprattutto il diessino Gianni Cuperlo, che esce dal clichè dell'azzimata comunicazione politica con post e commenti frizzanti e decisamente "disallineati".  I leader invece? Silvio Berlusconi lascia fare ai suoi fans, mentre Romano Prodi ha un sito più bello a vedersi che a navigarsi.
Fabio.




permalink | inviato da il 6/4/2007 alle 14:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa



26 marzo 2007

CHIESTI 5 ANNI A BERLUSCONI NEL PROCESSO SME. Il tutto dopo la bocciatura da parte della Corte Costituzionale della legge Pecorella...

Stralciata una delle leggi ad personam del governo di centrodestra per salvare Silvio Berlusconi il sostituto Pg di Milano, Piero De Tetris, ha chiesto la condanna di Silvio Berlusconi a cinque anni al termine della sua requisitoria nel processo per la vicenda Sme. Secondo il PG Berlusconi deve essere condannato per il reato di corruzione in atti giudiziari perché avrebbe partecipato alla corruzione del giudice romano Renato Squillante, e sarebbe dimostrato il suo "pieno coinvolgimento nei fatti". Secondo l'accusa  la corruzione di Squillante sarebbe avvenuta attraverso il cosiddetto bonifico Orologio. Si tratta di 434 mila dollari che, da un conto riconducibile alla Fininvest, sarebbero giunti all'ex capo dei Gip di Roma, Renato Squillante, attraverso un conto di Cesare Previti.
Questa è la grande anomalia italiana della quale parlavo nel post precedente dove in un Paese all'antica avrebbe fatto scandalo l'ascesa politica di un miliardario di cui non si è mai capito dove abbia preso i soldi, sfuggito a una serie di processi grazie alla prescrizione, con la tessera P2 in tasca e i due principali collaboratori (PREVITI e DELL'UTRI) condannati per reati gravissimi. Nel mondo questo suscita scandalo, in Italia chi pensa ciò è considerato un fanatico giustizialista, malato di antiberlusconismo, invidioso, frustrato al quale la mafia non ha dato nessun denaro da riciclare e poveraccio perchè non ha mezzo miliardo per comprarsi una sentenza. Altrimenti di sicuro lo avrebbe fatto perchè sia chiaro, noi italiani siamo tutti mafiosi, corrotti e corruttori. Questo ci hanno ripetuto per anni TV e giornali.
Fabio.




permalink | inviato da il 26/3/2007 alle 14:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (14) | Versione per la stampa



24 marzo 2007

Gli effetti di anni di BERLUSCONISMO: i PETTEGOLEZZI CHE OSCURANO I VERI SCANDALI....

Riprendo e riassumo un esemplare articolo di CURZIO MALTESE sull'Italia di oggi. Il caso Sircana rappresenta il più limpido esempio della trasformazione dell'Italia da nazione civile a un'Italietta miserabile dove l'etica è stata sostituita dal pettegolezzo e la sessualità fa più scandalo della delinquenza. Un contributo decisivo l'hanno dato Berlusconi e gli ignobili, volgari suoi sevi giornalisti. In un Paese all'antica avrebbe fatto scandalo l'ascesa politica di un miliardario di cui non si è mai capito dove abbia preso i soldi, sfuggito a una serie di processi grazie alla prescrizione, con la tessera P2 in tasca e i due principali collaboratori (PREVITI e DELL'UTRI) condannati per reati gravissimi. Nel mondo questo suscita scandalo, in Italia chi pensa ciò è considerato un fanatico giustizialista, malato di antiberlusconismo, invidioso, frustrato al quale la mafia non ha dato nessun denaro da riciclare e poveraccio perchè non ha mezzo miliardo per comprarsi una sentenza. Altrimenti di sicuro lo avrebbe fatto perchè sia chiaro, noi italiani siamo tutti mafiosi, corrotti e corruttori. Questo ci hanno ripetuto per anni TV e giornali.
Nei 5 anni di governo il centrodestra ha buttato via soldi pubblici per 2 commissioni ( Mitrokhni e Telekom Serbia) nella speranza di trovar prove contro esponenti di centrosinistra. RIPETO, SOLDI PUBBLICI! Gli è andata male e addirittura i comportamenti criminali sono dei due tesimoni, IGOR MARINI E SCARAMELLA. Ma giocando sulle sinergie Berlusconi è riuscito a scaraventare quintali di fango su Fassino, Prodi e compagni. In prima fila nell'opera di moralizzazione alla rovescia è sempre stato IL GIORNALE, che come IL FOGLIO è di Berlusconi ma intestato a parenti, in omaggio alla rinomata idiozia delle leggi italiane.
IL GIORNALE ha scatenato un putiferio su Sircana come su altri fatti e l'Italia si trova di fronte a un quesito drammatico: un Paese, governato per anni da collusi, corrotti, piduisti peò tollerare l'onta di un portavoce governatico così infangato? Alla fine vincerà il buonismo. Ma non sarebbe stato meglio arrestarlo Sircana dopo avergli rovinato la vita? In fondo la missione storica dell'Italia nel mondo è strappare un sorriso alle altre nazioni, di tenere alta la bandiera del paradosso comico. Perchè ribellarsi a tale destino?
Fabio.




permalink | inviato da il 24/3/2007 alle 15:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (19) | Versione per la stampa



20 marzo 2007

La peggiore eredità del BERLUSCONISMO è la perdita di senso dello Stato! Sta al CENTROSINISTRA riportare il gusto della convivenza sociale..

PER:
http://www.officinademocratica.ilcannocchiale.it/
Vai a leggere e a commentare su OFFICINA DEMOCRATICA se ti va...
fabio.




permalink | inviato da il 20/3/2007 alle 7:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa



19 marzo 2007

IL PRETE ANARCHICO SEMPRE DALLA PARTE DEGLI ULTIMI...Questo dovrebbe essere il vero ruolo e la vera missione della gerarchia ecclesiastica...

Il 27 Marzo è in uscita a cura di Chinaski edizioni il nuovo libro di Don Andrea Gallo "IO CAMMINO CON GLI ULTIMI". Per chi non lo conoscesse, Don Andrea Gallo, oltre ad essere un ligure come me è un uomo di fede che, pur non rinunciando all'abito talare, denuncia la distanza della gerarchia eccelesiastica dai problemi del mondo e della società italiana, una politica che alimenta il conflitto di civiltà e l'ingiustizia sociale e il cittadino stesso che con l'indifferenza e il disprezzo del Bene comune si allontana ogni giorno da Dio. Don Gallo non è un moralista che punta il dito. La soluzione che propone è l'innalzamento dei nostri valori, una nuova etica della responsabilità.
E a proposito di gerarchia ecclesiastica lontana ecco un'altra critica dall'interno: «Credo che la Chiesa italiana debba dire cose che la gente capisce, non come un comando ricevuto dall´alto al quale bisogna obbedire... Bisogna innanzitutto ascoltare la gente con le sue sofferenze. Anche chi non pratica la religione o ha un´altra religione» Cardinale Carlo Maria Martini arcivescovo emerito di Milano, 16 marzo.
Fabio.








permalink | inviato da il 19/3/2007 alle 14:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa



16 marzo 2007

IL CENTRODESTRA OSTACOLA LE LIBERALIZZAZIONI! ..Che il CENTROSINISTRA prosegua con le norme a favore di CONCORRENZA E CONSUMATORI !

E' giusto che i cittadini sappiano. IL CENTRODESTRA sta ostacolando in tutti i modi l'iter per per trasformare in legge le liberalizzazioni. Se entro il 2 aprile non si farà la legge il decreto decadrà.
FINALMENTE VIENE RIVELATA LA VERA NATURA ILLIBERALE DEL CENTRODESTRA che quando Governava non fece nessuna legge a favore della concerrenza e,anzi,  fece una riforma radiotelevisiva per favorire Mediaset ma contro il pluralismo. Ora ostacola una legge a beneficio di concorrenza e consumatori. Questa posizione e' assolutamente incomprensibile: e' una destra che si e' sempre spacciata per essere la parte politica che doveva liberalizzare il sistema del nostro Paese. Dice che sono poca cosa? Beh, il poco che il centrosinistra ha fatto aiuta ad avviare un cammino ben delineato a favore di una politica che guarda alla gente.
Elenco alcune norme presenti nel decreto
1) procedure più facili per gli indennizzi alle famiglie con invalidi civili minori;
2) abolizione Pubblico Registro Automobilistico (P.R.A.);
3) libera concorrenza nella distribuzione del GPL;
4) semplificazioni per l'avvio di impianti produttivi;
5) semplificazioni delle procedure per le piccole cooperative;
6) riordino e potenziamento degli istituti tecnici e professionali;
7) agevolazioni per le imprese dello spettacolo.
E ANCORA:
A) diventa più facile aprire nuove imprese: con la nuova comunicazione telematica basterà un solo giorno;
B)diventa più facile cancellare i mutui immobiliari senza bisogno di atti notarili;
C)eliminata la scadenza ed il costo fisso per le carte prepagate dei telefoni cellulari;
D)maggiori tutele per gli automobilisti con le polizze RC auto;
E)più trasparenza sulle scadenze dei prodotti alimentari, che dovranno essere chiaramente leggibili sulle confezioni

VI SEMBRA POCO?
E' giusto che la gente sappia chi è dalla parte della concorrenza e del consumatore (centrosinistra) e chi vinvece difende le lobby e i monopoli (centrosinistra).
Fabio.




permalink | inviato da il 16/3/2007 alle 17:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa



15 marzo 2007

Fango de "IL GIORNALE" sul portavoce di Prodi..Meno male che c'è il rugby!

Solo "IL GIORNALE", quotidiano della famiglia Berlusconi, ha fatto il nome di Sircana nella vicenda "vallettopoli". Notizia che si è rivelata falsa perchè il fotografo ha smentito l'esistenza delle foto. Chissà perchè il quotidiano in questione è stato l'unico a uscire con il nome di Sircana prima di verificare l'autenticità della notizia!? E sarà un caso che l'altro politico citato è Maroni? il leghista più vicino al centrosinistra. E la cosa curiosa è che il nome di Silvio Sircana, portavoce di Romano Prodi, non compare mai nelle 700 pagine dei provvedimenti restrittivi firmati dal gip di Potenza. Il Giornale ha avuto l'ipocrisia di citare Sircana, fingendo di proteggerlo, ma di fatto ha spruzzato fango (con una storia vaga, improbabile, e in ogni caso penalmente irrilevante di sguardi con un transessuale) mettendo il titolo in prima pagina e descrivendo tutti gli inesistenti particolari del mancato ricatto in cronaca...
Come dicevo nel post precedente: QUESTIONE DI STILE!
PS:
E a proposito di stile, Romano Prodi riceve l'Italia del rugby, sport nobile, maschio ma onesto dove il Flair play è un valore autentico. Avrà tanti difetti Prodi ma non si può non dire che è umile. Maratoneta convinto, ciclista d'esperienza, il capo del governo si è fatto prendere da un altro sport «minore» nella Repubblica fondata sul calcio. E approvo questa sua dichiarazione: "Si parla tanto dello sport commercializzato, prima come cronaca e poi come fatto sportivo. Voi avete fatto l'inverso, il vostro è uno sport costruito col sacrificio di alcune centinaia di persone. Adesso che è arrivata la risonanza mediatica il problema è continuare così, con lo stesso spirito, in un ambiente che è diventato diverso".
Fabio.




permalink | inviato da il 15/3/2007 alle 18:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa



13 marzo 2007

LEGGE ELETTORALE e DICO, questione di stile...

Romano Prodi ha avviato le consultazioni per la riforma elettorale. La lega nord è stato il primo partito ad essere consultato e via via saranno consultati tutti i partiti di destra e sinistra. Ho ancora ben presente quando nel 2005 il centrodestra fece la legge elettorale in fretta e furia con i soli voti della maggioranza e con l'unico scopo di mettere in difficoltà chi vinceva le elezioni. Ora invece il metodo, governando il centrosinistra, è totalmente diverso, QUESTIONE DI STILE APPUNTO...
Però attenzione a non avere troppo rispetto e stile su altre questioni perchè leggi sul conflitto di interessi e sulla riforma televisiva vanno fatte non per penalizzare qualcuno ma per una maggiore giustizia, concorrenza e pluralità....
ps: L'Osservatore Romano (organo del Vaticano) definisce una carnevalata, per di più isterica, i cui autori sono persone irrispettose. E ancora: "Una manifestazione nella quale - commenta il giornale vaticano - al di là dell'immagine borghese e rassicurante che si voleva dare, hanno trovato posto discutibili mascherate e carnascialate varie. Ironie e isteriche esibizioni da parte di chi invoca riconoscimenti e non esprime rispetto" . A me sembra che chi non ha rispetto e STILE è il Vaticano: non ha rispetto per decine di migliaia di persone che scendono pacificamente in piazza, non ha rispetto per chi la pensa diversamente e non ha rispetto per chi desidererebbe il riconoscimento di diritti che in Italia non ha e che in tutta Europa avrebbe.
Fabio.




permalink | inviato da il 13/3/2007 alle 19:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa



9 marzo 2007

Non dimentichiamo CONFLITTO DI INTERESSI E MEDIA. L'informazione deve essere una priorità come la difesa di un bene prezioso: l'ACQUA!

PER:
http://www.officinademocratica.ilcannocchiale.it/
Vai a leggere e commenta se ti va...
fabio.




permalink | inviato da il 9/3/2007 alle 1:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa



24 febbraio 2007

IDEALISMO E REALISMO IN POLITICA....

MICHELE SERRA, con "i cavalieri dell'ideale" riassume alla perfezione il concetto di coalizione che ogni politico dovrebbe avere:"Si capisce, uno ha tutto il diritto di coltivare i suoi ideali integerrimi. E di sentirsi eletto dal popolo lavoratore anche se è stato spedito in Senato da una segreteria di partito. Uno ha tutto il diritto di rivendicare purezza e coerenza, così non si sporca la giacchetta in quel merdaio di compromessi e patteggiamenti che è la politica. Però, allora, deve avere l'onestà morale di non fare parte di alcuna coalizione di governo. E deve dirlo prima, non dopo. Deve farci la gentilezza di avvertirci prima, a noi pirla che abbiamo votato per una coalizione ben sapendo che dentro c'erano anche i baciapile, anche i moderatissimi, anche gli inciucisti. A noi coglioni che di basi americane non ne vorremmo mezza, ma sappiamo che se governano gli altri di basi americane ne avremo il triplo.Invece no: questi duri e puri se ne strafottono della nostra confusione e della nostra fatica. Prima salgono sulla barca della maggioranza, poi tirano fuori dal taschino il loro cavaturaccioli tutto d'oro e fanno un bel buco nello scafo, per meglio onorare la loro suprema coerenza e la nostra suprema imbecillità. Un bell'applauso ai Cavalieri dell'Ideale: tanto, se tornano Berlusconi e Calderoli, per loro cosa cambia? Rimarranno sul loro cavallo bianco con la chioma al vento".


CON QUESTO POST SALUTO E PARTO PER LA SETTIMANA BIANCA, VADO IN ALTO ADIGE... CHISSA' COSA TROVERO' AL RITORNO...
A PRESTO!
Fabio.




permalink | inviato da il 24/2/2007 alle 0:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (16) | Versione per la stampa



22 febbraio 2007

Contento di aver sostenuto il Governo Romano Prodi e lo rifarei già domani....

Sono molto amareggiato, me la prendo con la schifosissiamo legge elettorale voluta dal centrodestra per impedire di governare, me la prendo con quella metà degli italiani che ha votato centrodestra nonostante lo sfacelo che ha fatto e me la prendo con chi ha un'ideale utopistico e per questo ideale butta via una politica realistica che iniziava davvero a pestare i piedi ai POTERI FORTI (Vaticano, professionisti, USA, categorie che si sono arricchite negli anni berlusconiani....)
E come ho già fatto detto in alcuni miei  commenti mi piace ricordare ciò che questo Governo ha fatto in 10 mesi....... e invito chi ha una buona memoria a ricordarsi tante buone iniziative in 5 anni, ripeto, 5 anni di governo di centrodestra:
1) Sono stati rimessi a posto i disastrati conti pubblici lasciati dal centrodestra e la finanziaria ha avuto la promozione dell'ocse, del FMI e dell'U.E.
2) è stato varato il decreto sulla competitività che provoca le proteste di tassisti e liberi professionisti. Norma a favore dei consumatori: farmaci da banco meno cari, piu' concorrenza tra i professionisti, piu' taxi per le città.
3) è stato fatto il decreto per la partecipazione italiana alla missione dell'Onu in Libano. una posizione di prestigio a favore della pace. E promuoviamo la campagna contro la pena di morte.
4) è stata approvata la mozione del centrosinistra che blocca la realizzazione del ponte sullo stretto di Messina.
5) è stato approvato il disegno di legge Gentiloni sul passaggio delle tv al digitale terrestre.
6) è stato ammainato il tricolore a Nassiriya e si conclude formalmente la missione italiana in Iraq.
7) viene approvato il pacchetto Bersani sulle liberalizzazioni. Novità su assicurazioni auto, ricariche telefoniche abolite, trasparenza del prezzo dei carburanti, libertà di recesso da abbonamenti a tv, telefonia e internet.
8) La Camera approva la mozione dell'Unione sulle coppie di fatto. 8 febbraio - Il Consiglio dei ministri approva il ddl sulle unione delle coppie di fatto.
9) Si sono introdotte numerose norme per combattere l'evasione fiscale e il gettito è aumentato in modo da consentire una riduzione delle tasse negli anni futuri.
10) Riavviate numerose grandi opere bloccate con il centrodestra.
11) E' stata abrogata la legge Moratti e fatta una nuova legge per la scuola.
12) L'europa è tornata ad essere nostro punto di riferimento e non piu' sudditi degli USA..
13) Sono state introdotte norme contro la precarietà di cui ho parlato in alcuni post.
14) Nel penultimo post avevo parlato delle numerose norme a favore dell'ambiente fatte da questo Governo.
15) E se penso che 3 giorni fa il sole24ore scriveva che stava per essere portato in consiglio dei ministri una legge sul conflitto di interessi...
..............Mi intristisco ancora di più...............e il tutto in 10 mesi con un Senato diviso in 2......
Fabio.







permalink | inviato da il 22/2/2007 alle 19:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (36) | Versione per la stampa



20 febbraio 2007

DICO e Politica energetica.. in attesa dell'Afghanistan....

1) Romano Prodi incontra i vertici ecclesiastici, si spiega e non fa passi indietro sul riconoscimento di diritti alle coppie di fatto. Ben fatto, così si conferma l'autonomia dello Stato e la sua laicità.
Intanto Giuseppe Alberigo, professore emerito di Storia della Chiesa presso la Facoltà di Scienze politiche dell´Università di Bologna, promotore dell´appello degli intellettuali cattolici alla Cei: «Conosco vescovi che si dicono in totale disaccordo con Ruini ma che in pubblico tacciono. Tuttavia in questi giorni si sta manifestando un dato nuovo. Molti cattolici si rendono conto che rimanere muti a mugugnare non ha senso».
2) Al via un ottimo piano energentico in difesa dell'ambiente da parte del Governo con Bersani e Pecoraro Scanio: vengono incentivi e dei disincentivi verso chi inquina e non è efficiente, basato su cinque grandi “progetti Paese” per quanto riguarda le reti di imprese che sposeranno la tecnologia e il made in Italy.
a)Edifici e dispersione termica: l'innalzamento dal 36% al 55% della detrazione fiscale per interventi che consentono di ridurre le dispersioni termiche; per l'installazione di pannelli solari e per la sostituzione di vecchie caldaie con nuove ad alta efficienza
b)Detrazioni per l'eco-industria:promozione dell'efficienza nell'industria con al detrazione fiscale del 20% per l'acquisto e l'installazione di motori elettrici trifase in bassa tensione ad elevata efficienza
c)Incentivi per i biocarburanti: Quanto alle auto, si punta poi a incentivare la mobilità sostenibile attraverso la riduzione fiscale per il Gpl (-20%) e incentivi per creare un parco auto ecologico e diminuire l'inquinamento.
d)Fonti rinnovabili: incentivi solo agli impianti che trattano effettivamente solo fonti rinnovabili già realizzati e operativi
e)Il fotovoltaico: La «lenzuolata verde» comprende anche il nuovo «conto energia» sul fotovoltaico, approvato dalla Conferenza unificata Stato-Regioni lo scorso 15 febbraio e incluso nel pacchetto di misure sul risparmio energetico presentato lunedì. Le nuove incentivazioni, ispirate al modello tedesco, premieranno soprattutto i piccoli soggetti, consentendo a tutti i cittadini di diventare mini-produttori di energia elettrica ottenuta dal sole attraverso la concessione di prestiti a tasso agevolato (2% fino a 7000 euro) da parte delle banche per l'installazione dell'impianto, e l’eliminazione dei tetti massimi di produzione
Bene fa Prodi a dire:«Siamo un governo verde» anche se molti altri incentivi possono essere dati.
.........Attendo il voto al Senato sull'Afghanistan, intanto ricordo a chi vorrebbe il rientro dei soldati che Zapatero in Afghanistan i militari li ha tenuti. Non ci si può isolare e bisogna considerare un buon successo il ritiro dall'Iraq, la missione di Pace in Libano e la riconsiderazione della base di Vicenza.
Fabio.







permalink | inviato da il 20/2/2007 alle 19:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (15) | Versione per la stampa



17 febbraio 2007

UN CORTEO GRANDE E PACIFICO A VICENZA...

Probabilmente non farà cambiare idea al governo ma il corteo di Vicenza è stato più partecipato del previsto (200.000 persone) e ne sono felice. Ripropongo cosa ha scritto ieri MICHELE SERRA, condividendolo,  sulla manifestazione di Vicenza e sulle manifestazioni in generale:
"Una manifestazione pubblica autorizzata, in quanto tale, non dovrebbe mai costituire motivo di allarme preventivo. Soprattutto se esiste il ragionevole dubbio che alcune frange (minime) di manifestanti siano potenzialmente permeabili da intenzioni illegali o violente, è interesse politico di tutti legittimare pienamente la maggioranza pacifica: proprio per isolare i violenti. È quello che NON è avvenuto, per esempio, nei giorni di Genova, quando lo Stato ha dimostrato una indistinta e goffa durezza trattando studenti inermi come farabutti, e regalando di fatto ai farabutti il campo di battaglia che sognavano. Se il passato ci ha insegnato qualcosa, niente è più rovinoso che equiparare i movimenti, le loro istanze, perfino le loro turbolenze, alla sedizione e al terrorismo. Al contrario, se si vuole aiutare un movimento politico a continuare ad abitare nella democrazia, e a isolare i violenti, i provocatori, i fanatici, i delinquenti, bisogna riconoscergli legittimità. Molti politici italiani, ahimé anche di centrosinistra, non sembrano avere capito questa lezione: criminalizzare i criminali è fondamentale. Criminalizzare un´intera area politica vuol dire regalare ai criminali uno spazio insperato, e molto più vasto della nicchia asfittica nella quale si nascondono".
Fabio.




permalink | inviato da il 17/2/2007 alle 20:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (26) | Versione per la stampa



7 febbraio 2007

Critiche al Papa, Afghanistan e il leader dell'opposizione...

1) Possibile che se Pippo Baudo muove una critica verso il Papa, reo, secondo il conduttore televisivo, di non aver parlato dei fatti di Catania, l'Osservatorio Romano si scaglia subito contro? «Tocca ascoltare un noto presentatore (Baudo, ndr) scagliarsi contro Benedetto XVI arrogandosi il diritto di insegnargli quali temi trattare... La boria e la sicumera che derivano da una notorietà fin troppo esibita a volte fanno prendere colossali cantonate. Forse, oltre che al calcio un anno sabbatico non farebbe male neppure a lui».
CHE ORMAI SIA VIETATO CRITICARE?
2)
Si è raggiunto un buon accordo riguardo l'Afghanistan; sono convinto che in politica estera i problemi non mancheranno anche in futuro vista la maggioranza risicata al Senato, compito del Premier Prodi trovare una sintesi...
3)
Dalla striscia: Il 2 febbraio non dice nulla sui fatti di Catania. Il 3 febbraio non proferisce verbo. Il 4 febbraio annuncia: «Non mi farò da parte». Il 5 febbraio rivela: «Veronica è indulgente». Il 6 febbraio sostiene: «I gay stanno tutti dall´altra parte». Non commento la frase sui gay perchè si commenta da se anche se non ci si abitua alla volgarità. Mi limito a riportare che dai tragici fatti di Catania a oggi il capo dell´opposizione e presidente del Milan Silvio Berlusconi è riuscito a non dire una sola parola sulla morte dell´ispettore Raciti.
Fabio.




permalink | inviato da il 7/2/2007 alle 18:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa


sfoglia     ottobre       
 


Ultime cose
Il mio profilo



GIRO DELL'ITALIA NUOVA DI VELTRONI
VIRGILIO NOTIZIE
WOLONTARI PARTITO DEMOCRATICO
PARTITO DEMOCRATICO
IL SOLE 24 ORE
ITALIA NOSTRA
Feltrinelli
REPUBBLICA.IT
La Stampa
BEPPE GRILLO
Corriere
ANSA
Amnesty
Emergency
Libera.it
Articolo21
Promiseland.it
Legambiente
WWF
FAI
GOVERNO
Psiche e Soma
Sampdoria
Rinascitanazionale


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom