Blog: http://LopinionediFabio.ilcannocchiale.it

UN CORTEO GRANDE E PACIFICO A VICENZA...

Probabilmente non farà cambiare idea al governo ma il corteo di Vicenza è stato più partecipato del previsto (200.000 persone) e ne sono felice. Ripropongo cosa ha scritto ieri MICHELE SERRA, condividendolo,  sulla manifestazione di Vicenza e sulle manifestazioni in generale:
"Una manifestazione pubblica autorizzata, in quanto tale, non dovrebbe mai costituire motivo di allarme preventivo. Soprattutto se esiste il ragionevole dubbio che alcune frange (minime) di manifestanti siano potenzialmente permeabili da intenzioni illegali o violente, è interesse politico di tutti legittimare pienamente la maggioranza pacifica: proprio per isolare i violenti. È quello che NON è avvenuto, per esempio, nei giorni di Genova, quando lo Stato ha dimostrato una indistinta e goffa durezza trattando studenti inermi come farabutti, e regalando di fatto ai farabutti il campo di battaglia che sognavano. Se il passato ci ha insegnato qualcosa, niente è più rovinoso che equiparare i movimenti, le loro istanze, perfino le loro turbolenze, alla sedizione e al terrorismo. Al contrario, se si vuole aiutare un movimento politico a continuare ad abitare nella democrazia, e a isolare i violenti, i provocatori, i fanatici, i delinquenti, bisogna riconoscergli legittimità. Molti politici italiani, ahimé anche di centrosinistra, non sembrano avere capito questa lezione: criminalizzare i criminali è fondamentale. Criminalizzare un´intera area politica vuol dire regalare ai criminali uno spazio insperato, e molto più vasto della nicchia asfittica nella quale si nascondono".
Fabio.

Pubblicato il 17/2/2007 alle 20.7 nella rubrica POLITICA.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web