Blog: http://LopinionediFabio.ilcannocchiale.it

CHIESTI 5 ANNI A BERLUSCONI NEL PROCESSO SME. Il tutto dopo la bocciatura da parte della Corte Costituzionale della legge Pecorella...

Stralciata una delle leggi ad personam del governo di centrodestra per salvare Silvio Berlusconi il sostituto Pg di Milano, Piero De Tetris, ha chiesto la condanna di Silvio Berlusconi a cinque anni al termine della sua requisitoria nel processo per la vicenda Sme. Secondo il PG Berlusconi deve essere condannato per il reato di corruzione in atti giudiziari perché avrebbe partecipato alla corruzione del giudice romano Renato Squillante, e sarebbe dimostrato il suo "pieno coinvolgimento nei fatti". Secondo l'accusa  la corruzione di Squillante sarebbe avvenuta attraverso il cosiddetto bonifico Orologio. Si tratta di 434 mila dollari che, da un conto riconducibile alla Fininvest, sarebbero giunti all'ex capo dei Gip di Roma, Renato Squillante, attraverso un conto di Cesare Previti.
Questa è la grande anomalia italiana della quale parlavo nel post precedente dove in un Paese all'antica avrebbe fatto scandalo l'ascesa politica di un miliardario di cui non si è mai capito dove abbia preso i soldi, sfuggito a una serie di processi grazie alla prescrizione, con la tessera P2 in tasca e i due principali collaboratori (PREVITI e DELL'UTRI) condannati per reati gravissimi. Nel mondo questo suscita scandalo, in Italia chi pensa ciò è considerato un fanatico giustizialista, malato di antiberlusconismo, invidioso, frustrato al quale la mafia non ha dato nessun denaro da riciclare e poveraccio perchè non ha mezzo miliardo per comprarsi una sentenza. Altrimenti di sicuro lo avrebbe fatto perchè sia chiaro, noi italiani siamo tutti mafiosi, corrotti e corruttori. Questo ci hanno ripetuto per anni TV e giornali.
Fabio.

Pubblicato il 26/3/2007 alle 14.43 nella rubrica POLITICA.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web