Blog: http://LopinionediFabio.ilcannocchiale.it

Se ci si mette lui a osannare Berlusconi siamci si mette lui a osannare Berlusconi siamo proprio mal messi...



Licio Gelli
, MAESTRO VENERABILE della P2 (La loggia massonica Propaganda Due, più nota come P2, già appartenente al Grande Oriente d'Italia, è stata una loggia "coperta", cioè segreta, nata per reclutare nuovi adepti alla causa massonica con evidenti fini di sovversione dell'assetto socio-politico-istituzionale italiano. Questa circostanza, insieme alla caratteristica di riunire in segreto circa mille personalità di primo piano, principalmente della politica e dell'Amministrazione dello Stato italiano, suscitò uno dei più gravi scandali della storia recente della Repubblica Italiana. Tra i tanti iscritti era presente anche il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, condannato dalla Corte d'appello di Verona nel 1990 per aver giurato il falso davanti ai giudici a proposito della sua affiliazione alla loggia massonica P2) dichiara che:
Senza Berlusconi l'Italia "sarebbe nel caos". E Veltroni "dovrebbe scomparire", poiché "fa promesse che non può mantenere". C'è n'è anche per il presidente eletto degli Stati Uniti: "Con la vittoria di Obama i neri potrebbero vendicarsi sui bianchi".
Ma vi rendete in che mani siamo??? Gelli si accredita o sembra accreditarsi come il grande suggeritore del governo Berlusconi: disegna strategie, suggerisce comportamenti, dà patenti di leadership. Tutto quello che uno col suo passato non dovrebbe fare. Ma tutto ciò è possibile perché non c’è stata, al momento del ritorno in scena del venerabile, una netta presa di distanza da parte del presidente del Consiglio. Un atto che il capo del governo italiano era tenuto a compiere.
PS: Vi lascio con una chicca di Berlusconi: Abbiamo sufficienti ragioni per essere più ottimisti rispetto ad altri Paesi. Siamo stati, come governo, i primi a lanciare messaggi rassicuranti agli italiani Silvio Berlusconi, Ansa 25 novembre

NO COMMENT!!!!


Pubblicato il 4/12/2008 alle 21.19 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web